Home Municipi Municipio XI

Amianto: dopo la Caserma del Trullo si lavori per le altre bonifiche in Municipio XI

La denuncia del Pd: si lavori anche per la bonifica dell’ex Buffetti, non bastano gli annunci

SHARE
Ex Buffetti Magliana

MUNICIPIO XI – Finalmente l’ex Caserma Donato al Trullo riceverà la bonifica dall’amianto tanto attesa dai residenti della zona. La notizia è stata data nella giornata di ieri dopo l’arrivo di una nota dell’Agenzia del Demanio di Roma Capitale che riporta l’affidamento dell’incarico per la progettazione dell’intervento. Dopo la fase di progettazione dell’intervento si dovrà necessariamente procedere all’apertura della selezione dell’impresa che eseguirà materialmente i lavori, stimati in 120 giorni. Ma intanto dal Pd in Municipio XI si guarda anche agli interventi di bonifica da tempo al palo.

LA BONIFICA AL TRULLO – A ricordare le varie richieste di bonifica della Caserma avanzate dal Municipio sono il segretario municipale del Pd Gianluca Lanzi e il capogruppo Maurizio Veloccia: “Un plauso all’Agenzia del Demanio e al Governo Gentiloni che ha finanziato la rimozione dell’eternit. Si tratta di un intervento di bonifica richiesto da anni attraverso numerose istanze. Il passaggio della Caserma dal Ministero della Difesa all’Agenzia del Demanio, avvenuto a marzo 2016, ha permesso l’avvio del progetto di bonifica che nelle prossime settimane avrà inizio. È giusto dunque rallegrarsi e rivendicare il lungo lavoro che viene da lontano, grazie all’iniziativa e al finanziamento governativo”.

GLI INTERVENTI ATTESI – Nonostante l’avvio della progettazione per l’intervento al Trullo, sul territorio municipale ci sono altri stabili che attendono da tempo una bonifica, sui quali si concentrano le critiche di Veloccia e Lanzi: “Segnaliamo al Municipio, che non perde occasione per vantarsi di iniziative realizzate da altre amministrazioni dello Stato, che invece tutto è fermo rispetto ai numerosi altri stabili in cui è presente l’amianto nel territorio di competenza municipale – scrivono – a partire dalla grave situazione dell’eternit presente nello stabilimento della “ex Buffetti”, nel quartiere Magliana. Lì il lavoro di anni svolto dalle precedenti amministrazioni municipali, le cause vinte, e le ordinanze emanate consentirebbero oggi di eliminare l’amianto attraverso un intervento in danno da parte del Municipio. È da più di un anno che lo sollecitiamo ma, nonostante le tante promesse, nulla è stato fatto”.