Home Municipi Municipio XI

Rifiuti: oltre alla rimozione degli accumuli serve rivedere il sistema di ritiro

La denuncia dell'esponente di fdi, Marco Palma dopo il rogo dei cassonetti di via Fuggeta

SHARE

ANCORA RITARDI NELLA RACCOLTA

Persistono ritardi nella raccolta rifiuti in molti quadranti della Capitale, tra questi anche l’area di via Fuggeta dove nei giorni scorsi alcuni cassonetti e dei cumuli di rifiuti sono stati dati alle fiamme. In questo caso, nonostante l’intervento degli operatori dell’Ama sia già avvenuto (dopo ben 52 ore dall’incendio) nessuna reale bonifica sarebbe stata effettuata.

LA MANCATA BONIFICA

A denunciarlo è l’ex consigliere di Fdi in Municipio XI, Marco Palma, che sottolinea come basti passare vicino al sito dove erano i cassonetti bruciati per accorgersi “che nessun tipo di bonifica suppletiva è accaduta rispetto all’intervento. Viviamo ore di particolare calura, i rifiuti continuano a stare a ridosso dei cassonetti stracolmi e la situazione appare non gestita sotto ogni punto di vista”.

RIVEDERE IL SISTEMA DI RITIRO

L’analisi dell’esponente di Fdi parte dalle condizioni di lavoro in cui sono costretti gli operatori dell’Ama, sottolineando come il loro operato sia “legato ad una serie di criticità, ma appare evidente che si rende necessario un investimento in mezzi ed una innovazione rispetto alle modalità degli interventi, superando la vecchia logica dei cassonetti e riprendendo l’idea di quelli a scomparsa già montati anni fa nella zona San Paolo a Roma in VIII Municipio ma che ora sono in odor di rimozione: un esperimento mai realizzato e sul quale le Amministrazioni di questa città non hanno mai voluto investire seriamente”. Un sistema che ha funzionato per pochissimo tempo, a causa soprattutto della difficoltà nel ritiro da parte dei mezzi dell’Ama.

Red