Home Municipi Municipio XII

Municipio XII: importanti interventi di edilizia scolastica

SHARE
Scuola Crispi r

Con 2,5 milioni di euro derivanti da un bando della Regione Lazio, molti gli interventi previsti per riqualificare alcuni edifici scolastici del territorio

Tratto da Urlo n.117 luglio 2014

MUNICIPIO XII – A metà giugno è stato approvato dal Consiglio del Municipio XII il bilancio previsionale per il 2014. Molti gli interventi per il territorio tra i quali hanno priorità quelli su strade e marciapiedi. Rilevanza, però, assumono anche quelli previsti per gli istituti scolastici.  Sono circa 2,5 milioni di euro infatti i fondi sui quali si potrà contare per il tema dell’edilizia scolastica, derivanti, ci dice la Presidente Cristina Maltese, da un bando regionale dedicato al recupero delle strutture scolastiche al quale il Municipio ha partecipato vincendo. 

La priorità è riservata alle scuole che presentano problemi strutturali più seri. Tra i vari interventi figura il consolidamento dell’edificio che ospita la scuola Franceschi in via di Donna Olimpia, mentre per la scuola Crispi si prevede un intervento sul tetto dell’edificio dove sono presenti alcune lastre che negli anni si sono staccate e, inoltre, si rivela essenziale il recupero delle intelaiature di finestre e cornicioni. C’è da dire che la struttura, che ospita l’istituto Crispi, è un immobile di pregio che risale agli anni ’30 e la sua ristrutturazione richiederà l’impiego di una fetta consistente di fondi (solo per quest’ultima, infatti, è previsto un investimento di quasi un milione di euro).
Ma la lista di edifici scolastici che dovrebbe andare incontro a riqualificazione è ancora lunga. Sono previsti interventi anche per la scuola Oberdan e per la Raffaello Sanzio. Il bilancio e il piano investimenti del Municipio per il 2014, insomma, sembrano individuare nelle scuole una delle priorità del territorio, con la speranza che i fondi previsti dal bando vengano sbloccati quanto prima per poter iniziare gli interventi, con il prossimo anno scolastico che è ormai alle porte. “Attualmente queste risorse non sono state ancora trasferite né ai Municipi né al Comune”, ci dice la Presidente, che aggiunge: “Siamo ancora in attesa che il bando finisca il suo iter. Il nostro è un grido di allarme perché le nostre scuole hanno bisogno degli interventi”. E tra i vari provvedimenti necessari sul territorio, l’accento è posto dalla Maltese sull’esigenza di una soluzione per la scuola Buon Pastore a via di Bravetta: attualmente le sue aule sono state allestite provvisoriamente con lavori effettuati dal Municipio. L’intenzione è però quella di dotare la zona di un’altra scuola media: “Ci auguriamo – conclude – di poter iniziare i lavori quanto prima come di poter effettuare altri interventi delicati e dei quali si sente la necessità. Speriamo dunque che i fondi si sblocchino presto”.
Rimanendo in tema di scuole, degno di menzione, anche se di portata inferiore a livello economico, è l’importante intervento previsto per la scuola De Andrè, inserito dal Municipio nel piano investimenti. Il provvedimento, garantito, ci dice la Presidente, da un emendamento ad esso dedicato, prevede la costruzione di un ascensore, che permetterà anche agli alunni impossibilitati di raggiungere la mensa. Nel bilancio precedente non era presente un piano investimenti mentre l’intervento di cui sopra è un’opera di manutenzione che rientra all’interno di questa voce di spesa.
“Gli interventi che sono in programma andavano fatti e non devono rimanere isolati perché sono necessarie ulteriori opere di manutenzione anche su altre scuole del territorio”, dice Marco Giudici, Consigliere presso il Municipio XII e Presidente della Commissione Trasparenza, che seguita: “La messa in sicurezza delle scuole è una priorità. Sono soddisfatto del risultato dell’opposizione: siamo riusciti ad abbattere le barriere architettoniche all’interno della scuola De Andrè con l’approvazione della costruzione di un ascensore che permetterà ai ragazzi disabili di accedere ai servizi, come la mensa, prima loro interdetti”.
A parlare della situazione è anche Silvia Crescimanno, Consigliere per il M5S: “La situazione delle scuole è drammatica, sia per quanto concerne l’edilizia che i servizi. L’amianto è ancora presente in diversi istituti, come anche in caseggiati fatiscenti posti in prossimità delle scuole, motivo per cui nei mesi scorsi il M5S ha presentato un atto approvato dal Consiglio per richiedere una mappatura dell’amianto presso gli istituti scolastici e nelle loro immediate vicinanze. Negli incontri che abbiamo avuto con genitori di alunni delle scuole del nostro municipio abbiamo inoltre potuto constatare la grave carenza di servizi primari, che porta i genitori ad essere come sempre in prima linea nel sopperire alle mancanze delle istituzioni. Ci auguriamo che l’amministrazione si impegni a reperire le risorse necessarie, in quanto siamo consapevoli che l’accesso all’istruzione sia un diritto fondamentale dei cittadini che non deve essere privato della sua dignità”.

Anna Paola Tortora