Home Notizie Cronaca Roma

Campidoglio 2, aggiudicata gara d’appalto

SHARE

Aggiudicata la gara d’appalto per la realizzazione del Campidoglio 2, il nuovo polo di uffici di Roma Capitale.
L’intervento, che sarà realizzato in project financing, ha il duplice obiettivo di ottimizzare l’attività dell’amministrazione, anche attraverso il risparmio sugli affitti, e di riqualificare l’area urbana interessata. L’appalto è stato aggiudicato all’Impresa Astaldi Spa.

Lo ha annunciato l’assessore al Patrimonio e Casa di Roma Capitale, Lucia Funari, in una nota nella quale si sottolinea che “la realizzazione di Campidoglio 2 permetterà la razionalizzazione del sistema delle sedi e degli uffici centrali dell’Amministrazione Capitolina, ottimizzando il funzionamento della macchina amministrativa oggi eccessivamente frammentata, riqualificando fortemente la qualità dei servizi e il rapporto con il cittadino”.

Investimento e tempi di realizzazione
L’investimento previsto, da parte dei privati, per la realizzazione di Campidoglio 2, è di circa 193 milioni di euro, da realizzarsi a fronte di un canone annuale di offerta di 15 milioni di euro per un periodo di 25 anni. Il progetto sarà ultimato in 700 giorni dall’inizio dei lavori. Il risparmio previsto, relativo ai fitti passivi, sarà di circa 30 milioni di euro l’anno.

Delocalizzazione e accorpamento
Lo spostamento degli uffici riguarderà gran parte della struttura amministrativa Capitolina, mentre solo alcuni settori continueranno ad occupare le sedi attuali, quelle in particolare che si trovano tra il Colle Capitolino e Via Petroselli, secondo una strategia di delocalizzazione dalle aree più centrali e di accorpamento degli uffici. Nello storico sito del Campidoglio saranno mantenuti gli organi politici e le funzioni di rappresentanza dell’Amministrazione, mentre nella nuova sede di Campidoglio 2 saranno concentrate le funzioni amministrative, tecniche e di relazione con il pubblico.
Nel nuovo polo saranno accorpati uffici e dipartimenti per un totale di 4350 addetti. La realizzazione di Campidoglio 2 prevede nuove edificazioni per un totale di 134.700 mq: 53.300 mq di uffici, 13.500 di archivi, 59.400 di parcheggi, 8.600 per servizi alla cittadinanza. In programma anche la ristrutturazione della ex Manifattura Tabacchi per un totale di 33.000 mq; urbanizzazioni per un totale di 47.600 mq; 10.800 mq di verde pubblico; 2.000 mq di parcheggi a raso; piazze e spazi pedonali per 11.000 mq.

L’area dove sorgerà Campidoglio 2
L’area oggetto di intervento interessa un ambito urbano, compreso nell’XI Municipio, confinante a Nord con l’edificio dell’Ex Air Terminal e con il parco binari FS, a Est con un’area attualmente in corso di edificazione, ma destinata a residenze e con Piazza Giovanni da Verrazzano e Via di Santa Galla, a Sud con la Circonvallazione Ostiense, a Ovest con Via Prospero Alpino e Via della Moletta, che delimitano il complesso degli edifici dell’ex Manifattura Tabacchi.

La realizzazione di Campidoglio 2, con la trasformazione delle aree dove sarà ospitata il nuovo polo, e le connessioni con quelle circostanti, saranno occasione di ricucitura dei diversi settori e motore della riqualificazione di un’area che, nonostante la sua posizione centrale e la sua alta accessibilità, risulta oggi disgregata e isolata. Il contesto territoriale presenta infatti un mix particolarmente complesso, in cui a funzioni alte – quali Università, uffici direzionali, sedi di rappresentanza – si affiancano realtà di quartieri con una forte identità locale – come Garbatella, San Saba, Testaccio – aree industriali dismesse e in corso di trasformazione – quali l’ex Mattatoio, area Italgas, ex Mercati Generali, ex Manifattura Tabacchi – ed elementi storici e paesistici quali il Parco dell’Appia Antica, il Tevere e le Mura Aureliane.

Le finalità del progetto
Il progetto, avendo come fine prioritario una generale riorganizzazione e razionalizzazione degli uffici comunali, persegue anche l’obiettivo di una maggiore funzionalità dell’intero sistema urbano. In particolare decongestionando l’area centrale della città con lo spostamento di molti uffici, valorizzando ulteriormente il complesso monumentale del Campidoglio, riducendo le spese dell’Amministrazione, e stimolando lo sviluppo delle realtà economiche della zona interessata dal nuovo progetto.

Fonte: Comune di Roma