Home Notizie Cronaca Roma

Stop alla sperimentazione sul viadotto della Magliana

Lo scopo è fluidificare il traffico dopo la parziale riapertura del ponte della Scafa. Lo annuncia in una nota il Campidoglio

SHARE

MAGLIANA – Giunge alla fine la sperimentazione sul viadotto della Magliana. A darne notizia è una nota di oggi del Campidoglio, che annuncia: “In seguito alle difficoltà legate alla chiusura del ponte della Scafa, che collega Ostia a Fiumicino, l’amministrazione capitolina sta predisponendo la sospensione della sperimentazione del restringimento sul viadotto della Magliana, carreggiata A91 in direzione Roma sulle rampe di accesso di via della Magliana e via Isacco Newton”. L’obiettivo della misura è limitare i disagi ai pendolari, accorciando i tempi di percorrenza. Entro breve inizieranno le operazioni di rimozione dei dei new jersey, “in modo da concludere le operazioni nei prossimi giorni”, si legge nel comunicato.

LE POLEMICHE DEI MESI SCORSI – La sperimentazione sul viadotto della Magliana è partita a inizio giugno. L’obiettivo era quello di fluidificare il traffico replicando quanto già messo in campo sul senso di marcia opposto, all’altezza dell’Hotel Sheraton. Il restringimento ha riguardato una sola carreggiata della Roma-Fiumicino in prossimità dello svincolo in entrata da via della Magliana, ma sin da subito la misura ha attirato proteste e polemiche da parte dei pendolari per le lunghissime code con cui hanno dovuto fare i conti gli automobilisti. Per contrastare la sperimentazione è stato fondato nei mesi scorsi anche un gruppo Facebook, “Diciamo no al restringimento del viadotto della Magliana!”.

Anna Paola Tortora