Home Notizie Città Metropolitana

Nasce la scuola di cinema “Gian Maria Volonte'” nel quartiere Magliana

SHARE
zingaretti3

Zingaretti: “Finalmente possiamo dire che ce l’abbiamo fatta”. Obiettivo: valorizzare il talento.


 

Tre aule didattiche, laboratori attrezzati, una sala proiezioni e una mix. Un teatro di posa, una mediateca specializzata, uno spazio per seminari, convegni ed iniziative. 1.500mq dedicati interamente alla formazione e al lavoro nelle principali aree tecnico-artistiche che concorrono alla realizzazione di un film. La scuola provinciale d’arte cinematografica “Gian Maria Volonté”, situata nel quartiere Magliana, è pronta ad accogliere e formare gratuitamente i 66 alunni che tramite bando verranno selezionati. Dalla fotografia alla regia passando per recitazione, montaggio, organizzazione della produzione, dieci specializzazioni in tutto, i corsi avranno durata biennale, per un totale di 1200 ore. Le lezioni della prima annualità prenderanno il via a novembre 2011 e si concluderanno a giugno 2012.
Venerdì 29 aprile, il Presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, ha illustrato la didattica e i bandi per accedere alla scuola. Presenti all’iniziativa, anche l’Assessore provinciale al Lavoro Massimiliano Smeriglio, il Presidente del comitato di indirizzo artistico e scientifico Valerio Mastandrea, Elio Germano ed Ettore Scola.
“I bandi scadranno il 18 maggio – ha spiegato Smeriglio – e vi potranno accedere i giovani in possesso di diploma di scuola secondaria superiore, eccetto che per recitazione per cui è sufficiente il diploma di terza media, tra i 18 ed i 28 anni, iscritti ai centri per l’impiego. Nella scelta avranno priorità i residenti della provincia di Roma. Anche i docenti saranno selezionati tramite bando”. “Finalmente possiamo dire che ce l’abbiamo fatta – ha aggiunto Zingaretti – abbiamo avuto paura di dover mettere in discussione questo progetto a causa della scarsità di risorse pubbliche. In Italia non è facile fare una cose nuova, innovativa, sperimentale come questa, perchè è più comodo essere pigri. Abbiamo utilizzato i fondi per la formazione professionale che solitamente vengono orientati per altre specializzazioni più tradizionali. Questo progetto, poi, si inserisce nell’assillo della nostra amministrazione: valorizzare il talento ed il merito. Oggi aggiungiamo un tassello importante in questo senso”.
La Scuola è stata progettata con l’intento di offrire percorsi di formazione gratuita nelle principali aree tecnico-artistiche che concorrono alla realizzazione di un film.
Una Scuola che ha l’ambizione di proiettarsi nella rivoluzione digitale e comunicativa in corso, fornendo agli allievi e alle allieve la possibilità di apprendere le potenzialità che le nuove tecnologie e le nuove forme di comunicazione offrono al cinema, così da essere pronti per affrontare un ambito lavorativo in continua evoluzione.
Con questa ispirazione di fondo, la Scuola “Gian Maria Volonté” nasce basandosi su tre caratteristiche qualificanti. La prima è un’articolazione didattica basata sul lavoro di gruppo e sull’idea che gli allievi e le allieve debbano conoscere tutto il percorso tecnico e produttivo che conduce all’opera filmica finita, dalla scrittura alla distribuzione, per poi specializzarsi nelle singole competenze professionali, senza mai trascurare lo studio della storia del cinema e del suo linguaggio, nelle sue forme classiche e in quelle attuali.
La seconda è il collegamento della scuola con il mondo del lavoro: gli allievi e le allieve avranno la possibilità di entrare direttamente in contatto con le innumerevoli produzioni presenti sul territorio provinciale, i laboratori, i teatri di posa, le aziende di noleggio, i singoli professionisti che forniranno un tutoraggio in grado di favorire l’integrazione tra didattica, stage e concreta pratica lavorativa.
La terza è la promozione sul territorio di iniziative culturali aperte alla città, con l’intento di candidare la Scuola a svolgere anche un ruolo di polo culturale di altissima qualità.
I bandi, con scadenza il 18 maggio, possono essere scaricati dal sito della Provincia di Roma www.provincia.roma.it e da www.provincialavoro.roma.it