Home Rubriche Viaggi

Lazio d’autunno: i posti più belli da visitare

SHARE
forest-63279 1280

Roma è una città immensa, che offre una lista di cose da vedere impossibile da soddisfare in una sola vita

Non è un caso, dunque, che molti turisti italiani e stranieri decidano di focalizzarsi su una serie di luoghi e di monumenti universalmente riconosciuti, trascurando però alcune delle bellezze più preziose non solo della Capitale, ma anche del Lazio.

Ed ecco che, se anche voi siete interessati a scoprire questa magnifica regione senza per questo passare dai ‘soliti’ monumenti romani, potrebbe farvi molto comodo scoprire una serie di luoghi nel Lazio perfetti per un itinerario alternativo, soprattutto in una stagione colorata e sentimentale come quella autunnale. Vediamo dunque i posti più belli da visitare nella Lazio d’autunno, fra borghi medievali e scorci d’impareggiabile bellezza.

La vera ricchezza del Lazio: i borghi più affascinanti

Il Lazio è una regione la cui storia affonda le radici nei secoli dei secoli: nonostante i classici monumenti dell’Antica Roma siano la testimonianza più nota, va aggiunto che sono soprattutto i borghi più antichi a recare con loro le tradizioni più interessanti di questa regione. Da Anzio a Campodimele, passando per i piccoli centri come Nettuno ed i borghi medievali come Vitorchiano, il vostro itinerario alla scoperta del Lazio sarà incredibilmente emozionante. Certo, queste mete sono un po’ fuori dalle destinazioni turistiche classiche e dunque potrebbe essere difficile raggiungerle se non si conoscono i giusti percorsi. Onde evitare di smarrirsi e rovinare l’escursione, è sempre bene avere con sé un navigatore come Coyote, capace di segnalare anche le condizioni del traffico in tempo reale e gli autovelox presenti sulla strada. In questo modo anche i borghi più piccoli e meno conosciuti saranno facilmente visitabili in modo agevole.

Una Lazio da brividi: i luoghi misteriosi della regione

Spesso regioni così antiche e ricche di cultura come il Lazio nascondono autentiche perle del brivido, castelli infestati da fantasmi e luoghi segnati da eventi misteriosi. Ad esempio, se vi trovate nei dintorni di Roma non potrete fare a meno di visitare il Castello Orsini-Odescalchi a Bracciano, che si narra sia infestato dallo spettro di una principessa. Come non citare, poi, i dolmen del Pozzo del Diavolo situato ad Arsoli, o i Laghi di Nerone a Subiaco? Da questo punto di vista, anche le varie chiese laziali evocano sensazioni mistiche: si pensi ad esempio al Convento di Palazzolo, al Monastero di Santa Scolastica e ad altre meraviglie architettoniche antiche di secoli, ma ancora oggi dotate di vita propria.

Natura e verde: anche i polmoni vogliono la loro parte

Chi l’ha detto che il Lazio è solo cittadelle e monumenti? Una delle sue bellezze maggiori è rappresentata proprio dalla natura e dai suoi magnifici scorci, che vi permetteranno di rilassarvi in mezzo al verde e di respirare aria purissima. In questo senso, noi consigliamo una visita all’Oasi di Macchiagrande o ai Monti Lucretili, che ospitano uno dei parchi più belli del Lazio. Inoltre, potreste anche visitare altri parchi come la Riserva Naturale dell’Isugherata o il Parco di Veio.