Home Cultura Cinema

Siccità

Paolo Virzì ha sempre mostrato in tutti i suoi film i confini del mondo che riesce, da grande artista qual è, a immaginare. In ogni tratto di un personaggio di Virzì è racchiuso un mondo che è lecito aspettarsi continui anche dopo che il personaggio smette di essere tale, ora, con Siccità, Virzì gioca al negativo con lo spettatore mostrando invece un mondo immaginato e facendo trasparire da ogni singolo personaggio la realtà che non si vede sullo schermo. Siccità è la storia della mancanza di pioggia a Roma per un tempo indefinito e di come la mancanza d’acqua cambi la vita, le persone, le idee, le renda aride, diverse ma sempre con il loro mondo dentro agli occhi. La cronaca di due anni di pandemia in un’allegoria neanche troppo mascherata raccontata dalla voce, straordinaria, di uno dei più grandi registi del cinema italiano e da un cast eccezionale.

Regia: Paolo Virzì

Ads

Sceneggiatura: Paolo Virzì

Interpreti: Silvio Orlando, Valerio Mastandrea, Elena Lietti, Tommaso Ragno, Claudia Pandolfi

(ITA 2022)

Marco Etnasi

Previous articleLispector – Tutti i racconti
Next articleI ponti di Roma, realtà eterne