Home Cultura Meraviglie e Misteri di Roma

Ostia Antica diventa Patrimonio Europeo

Il riconoscimento al sito archeologico che rientra nel patrimonio storico e culturale dell’Unione Europea

SHARE
ostia-antica-teatro

ROMA – È la Commissione UE ad insignire l’area Archeologica di Ostia Antica del ‘marchio del patrimonio europeo’, così da far divenire il sito patrimonio storico e culturale d’Europa. Sono dieci che hanno ottenuto in questo frangente il marchio, luoghi che “offrono a tutti i cittadini europei una grande possibilità di avvicinarsi al loro patrimonio culturale e rafforzare il proprio sentimento di appartenenza all’Ue”, ha dichiarato in una nota la commissaria europea responsabile per la cultura, Mariya Gabriel.

IL MARCHIO EUROPEO

I siti vengono selezionati da esperti indipendenti e fino ad oggi sono 48. Tra questi figurano anche il Forte di Cadine (Trento) e il Museo casa Alcide de Gasperi (Pieve Tesino). Ostia Antica ha guadagnato il primo posto nella classifica dei dieci siti storici insigniti quest’anno del titolo, fanno sapere dal Mibact, un risultato reso possibile dall’impegno, la capacità e la passione dei tanti professionisti dei beni culturali che vi lavorano. Il Parco Archeologico di Ostia Antica è uno dei musei autonomi istituito con il secondo step della riforma promossa dal Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini. Al momento è diretto dall’archeologa Mariarosaria Barbera.

VERSO IL RICONOSCIMENTO DELL’UNESCO

In Campidoglio non è la prima volta che si cerca di valorizzare il Parco Archeologico, puntando all’inserimento all’interno dei siti riconosciuti dall’Unesco: “Un lavoro iniziato 4 anni fa oggi raccoglie i suoi frutti. Finalmente l’area archeologica di Ostia antica è diventata patrimonio storico e culturale europeo – ha commentato su Facebook la presidente della commissione Cultura di Roma capitale, la consigliera del M5s Carola Penna – Con la selezione di 10 nuovi siti sale a 48 il numero dei detentori del marchio europeo che vengono considerati importanti per la storia e la cultura europea, una legittimazione che si inserisce nell’iter, iniziato con la mozione presentata nel 2017 dalla Commissione turismo e approvata in assemblea capitolina, per il riconoscimento di patrimonio Unesco del parco archeologico di Ostia antica e del borgo antico”. Anche dal centrodestra si guarda alla valorizzazione di questo importante esito archeologico: “È un riconoscimento importante frutto dell’impegno e della passione dei tanti operatori dei beni culturali che vi lavorano e che nel giro di pochi anni hanno portato questo sito archeologico a rivestire un interesse di eccellenza non solo europea ma mondiale – commenta il consigliere comunale della Lega, Davide Bordoni – Il primo posto assegnato dalla Commissione europea non può essere che il preludio a entrare nel prestigioso ambito dei siti Unesco quale patrimonio dell’umanità. Come è presente Pompei nella lista dei beni Unesco lo deve essere anche Ostia Antica”.

LeMa