Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

Giulia Ananìa – Come l’oro

“Come l’oro”, è un disco bello. Scritto ed interpretato, come fosse un film, da Giulia Ananìa ed uscito nel 2017 per l’etichetta Bassa Fedeltà. Ho conosciuto Giulia in occasione del festival delle periferie, IPER, in cui ha toccato tutte le 12 borgate ufficiali di Roma, con i quartieri periferici annessi. Una rassegna durata 24 ore trascorsa intervistando realtà, artisti e persone incontrate strada facendo. Le domande hanno affrontato le grandi questioni della vita: che cosa è per te l’Amore? Dove vai a fa’ la spesa? Quanto sei periferico? ‘Ndo’ abiti? Ecco, tornando al suo disco consiglio a tutti, per chi non l’avesse già fatto, di recuperarlo. “L’unica città possibile è la città ideale, sognata dal nome RomaBombay. Vorrei spalancare le braccia e i palcoscenici alle comunità di stranieri che qui vivono. Propongo soluzioni molto semplici e pratiche per aprire alla partecipazione attiva multiculturale. Per esempio, il coinvolgimento di interpreti simultanei per visite guidate e spettacoli, con la sottotitolazione di mostre e proiezioni cinematografiche nelle varie lingue della Roma contemporanea”.

In sostanza, quello che propone l’artista è un grande progetto urbanistico generoso e omnicomprensivo. Pensare poetico, scrivere testi appellandosi alle muse è ardimentoso e, con Giulia, Roma ha finalmente una grandissima interprete.

Ads

Riccardo Davoli

Previous articleLa domanda della sete
Next articlePrestiti personali online: cosa sono e come si ottengono