Home Rubriche City Tips

Prestiti personali online: cosa sono e come si ottengono

Ottenere un prestito può essere abbastanza facile oggi, soprattutto grazie ai numerosissimi istituti che operano in rete e permettono di ottenere il proprio finanziamento direttamente dal pc o dallo smartphone. Il prestito personale non è nient’altro che un contratto, stipulato con una banca o una finanziaria, grazie al quale si può ottenere una certa somma di denaro dietro l’impegno a restituirla pagando delle rate mensili che comprendano anche il costo degli interessi. Riuscire ad ottenere un prestito può essere davvero utile per compiere delle spese extra, perciò scopriamo insieme quali sono le cose più importanti da sapere sui finanziamenti e attraverso la simulazione prestito potrai avere un preventivo, particolarmente comodo per capirne il funzionamento.

Tasso d’interesse: come si calcola e come incide sul costo del finanziamento

Quando si ottiene un finanziamento, come già precedentemente detto, nel restituirlo bisognerà tenere presenti anche gli interessi. Per questo motivo è fondamentale scegliere un prestito che abbia un tasso vantaggioso e che mantenga basso il costo del finanziamento. Il tasso d’interesse può essere fisso oppure variabile. Il tasso fisso rimane uguale ad ogni rata, mentre il tasso variabile può avere delle oscillazioni che seguono le fluttuazioni dei mercati finanziari. Il vantaggio del tasso fisso è che non si rischia in nessun modo di aumentare il costo delle rate, mentre il vantaggio del tasso variabile è che generalmente è più basso, ma potrebbe aumentare da un momento all’altro.

Ads

A seconda delle condizioni personali e delle esigenze si può propendere per l’uno o per l’altro.

Gli indicatori del tasso d’interesse: TAN e TAEG

Per comprendere al meglio a quanto ammonti il tasso d’interesse bisogna guardare a due dati fondamentali, il TAN ed il TAEG, che possono servire al cliente per comprendere al meglio tutti gli elementi relativi al proprio finanziamento. Essere bene informati su TAN e TAEG è fondamentale per evitare spiacevoli sorprese e per avere la piena consapevolezza del contratto che si va a stipulare.

Cos’è il TAN

Il TAN è il tasso annuale nominale e corrisponde al tasso d’interesse puro che viene applicato al prestito, cioè l’interesse annuale che il concedente del prestito richiede per erogare il finanziamento, una sorta di costo degli interessi. Il TAN viene diviso in rate all’interno del piano di ammortamento del prestito e costituisce uno degli elementi che fanno parte del TAEG.

Cos’è il TAEG

Il TAEG, tasso annuale effettivo globale, è composto dal TAN e dalle spese di istruttoria della pratica. Questo elemento indica il prezzo totale del finanziamento, comprensivo di ogni onere. Si comprende da subito quindi la differenza tra i due indici: mentre il TAN indica il solo costo degli interessi, il TAEG indica il costo della totalità del prestito. Entrambi gli elementi sono a loro volta importanti e devono essere ben compresi quando si decide di richiedere un prestito.

Conviene richiedere un prestito online?

Oggi è possibile richiedere facilmente un prestito online, ma è davvero conveniente? Certamente in rete si possono reperire dei preventivi con tasso agevolato e un altro vantaggio è la possibilità di gestire la pratica in totale comodità da remoto.

Previous articleGiulia Ananìa – Come l’oro
Next articleDalla Russia con amore