Home Cultura

Musica e teatro per portare solidarietà e cultura a domicilio degli spettatori

SHARE
teatro online covid19

La pandemia di COVID-19, oltre all’emergenza sanitaria, ha inevitabilmente creato anche maggior solitudine e minori occasioni di socialità. Vista la difficile situazione vari artisti hanno ideato iniziative per far sentire con fatti concreti la vicinanza affettiva al proprio pubblico-

LO SPIRITO DI SOLIDARIETÀ DEL RAPPER VALOS  

È il caso dell’artista romano Valerio Valiante, in arte VALOS, che ha recentemente pubblicato sulle piattaforme digitali il singolo Brillerà e il nuovo brano è diventato un videoclip disponibile su YouTube, che punta a diffondere un messaggio di speranza per raggiungere tutti i ragazzi che, come il cantante, vivono un’età caratterizzata da grande responsabilità, ma anche voglia di crescere e maturare affrontando a testa alta le difficoltà della vita, per renderla sempre più luminosa e significativa. L’emozionante videoclip girato a Monteverde, quartiere di origine di Valos, ha ispirato diverse iniziative benefiche finalizzate a sostenere situazioni di sofferenza e precarietà. Una prima collaborazione è con l’associazione Salvamamme, che offre sostegno nei casi di abbandono e solitudine delle mamme e delle famiglie in condizioni di grave disagio socio-economico, che ha preso parte in maniera significativa al video di Valos e alla quale saranno devolute le royalties del brano. Un’altra iniziativa fortemente voluta è la “pizza sospesa”, sostenuta dalla pizzeria e paninoteca Biondo Grano Roma, grazie alla quale i sostenitori potranno aiutare con un piccolo gesto le persone bisognose. Cliccando sul link è possibile apprezzare il brano di Valos, che ha già registrato molte visualizzazioni.

https://www.youtube.com/watch?v=SPk-wBZqe2Q

MICHELA CESARETTI SALVI E IL BARBONAGGIO TEATRALE 

Con la pandemia e la chiusura delle sale, alcuni artisti hanno deciso di portare il teatro direttamente a casa degli spettatori, tra questi l’attrice, narratrice e operatrice culturale Michela Cesaretti Salvi, che dopo molti anni di esperienza nel teatro e in particolare in quello per ragazzi, ha consolidato esperienza nel condurre laboratori di diverso tipo, da quello di teatro per i bambini, a quello sulla lettura espressiva o sulla narrazione per adolescenti e adulti. L’artista ha molto sviluppato la lettura in pubblico (tra l’altro La sua voce presenta tutti i programmi del canale RAI YoYo) anche in occasione di presentazioni nelle librerie e  si è ispirata al barbonaggio teatrale, sperimentato per la prima volta nel 2009 dall’attore pugliese Ippolito Chiarello. In fondo per i performer che credono in questa forma artistica, la parola delivery è stato solo un’aggiunta contingente, ha solo continuato un lavoro che dovrebbe sempre esistere, al di là dell’emergenza. La “funzione” di artista e anche mettersi a disposizione di un’emergenza sanitaria, se gli attori sono necessari come i medici e come gli insegnanti, è importante trovare soluzioni non legate al web e al video, ma che recuperino il contatto diretto con il pubblico. Nessuna mediazione o artificio, ma solo l’artista, il palchetto, le storie e un pubblico che le ascolta. Le immagini forti della pandemia, come quelle dei Riders che portano beni di prima necessità, gli unici a circolare nelle città deserte, i balconi, il lockdown hanno inquietato e illuminato gli animi. Se i teatri sono chiusi, gli attori possono in qualche modo riaprirli, portando gli spettacoli sotto le case delle persone. Tutto si può fare in massima sicurezza, mantenendo le distanze e all’aperto e con il pubblico alla finestra. Le persone prenotano la loro “serata a teatro”, dietro il versamento di una donazione liberale, con regolare ricevuta, agibilità e quant’altro, rispettando quindi anche la dignità del lavoro artistico. Da subito è partita l’idea delle USCA artistiche (Unità Speciali di Continuità Artistica), parafrasando quelle sanitarie che, in uno Stato utopico, dovrebbero essere composte da un medico da un infermiere e da un artista. La speranza di Chiarello, Cesaretti Salvi e degli altri attori aderenti all’iniziativa è continuare a portare il barbonaggio teatrale sotto le finestre, a domicilio, nei cortili delle scuole, anche dopo la fine dell’emergenza e della pandemia. Per informazioni si possono visitare i siti internet degli innovativi artisti:

https://michelacesarettisalvi.it/

http://www.ippolitochiarello.it/barbonaggio-teatrale/

Andrea Ugolini