Home Rubriche Go Green

“Camminando per l’EUR”: l’iniziativa online che coniuga territorio, sport ed amicizia

“Camminando per l’EUR”: l’iniziativa online che coniuga territorio, sport ed amicizia

EUR – Ormai è più di un anno che stiamo attraversando la pandemia in un viaggio che sinceramente ci saremmo evitati. Di fatto o ci si trova soli in casa in smart working oppure in ufficio (o in negozio) circondati da strade desolate. Proprio in un momento così difficile, da una necessità impellente, è però nato qualcosa di unico. L’esperienza del gruppo Facebook “Camminando per l’EUR” è partita al termine dell’estate 2020 per puro caso. Una signora ha scritto in un gruppo di quartiere domandando se esistesse un gruppo di persone che si riuniva per camminare insieme. Una domanda figlia della necessità: quella di voler uscire dal confinamento, ritrovarsi e fare due chiacchiere facendo una bella passeggiata.

Ads

UN SUCCESSO INASPETTATO

Subito, il post, ha riscontrato il consenso di numerosi utenti che con affetto hanno condiviso la richiesta. Da qui, Emanuela Chiarello ha deciso di aprire il gruppo Facebook “Camminando per l’EUR”, diventato rapidamente il punto di riferimento per tutte le persone che hanno voluto aderire all’iniziativa. La mossa è stata vincente. Le passeggiate si sono svolte di giorno quanto di sera, con il sole o con la pioggia. Solo nella prima settimana sono arrivate duecento iscrizioni per arrivare oggi ad oltre 1800. Le camminate da quattro a settimana hanno raggiunto le venti uscite, ben tre al giorno. Anche il reparto guide, con grande altruismo e a titolo gratuito, è stato rafforzato per offrire il miglior servizio ed in completa sicurezza. Accortezza che ha reso possibile smaltire la grande richiesta sopraggiunta, differenziando i percorsi in livelli di difficoltà (dal bianco al nero), redendoli accessibili ad ogni fascia di età. “Rapidamente – ci spiega Emanuela- da quattro camminate alla settimana, siamo giunti ad organizzare circa 20 appuntamenti settimanali, molti fissi e alcuni straordinari (con degli obiettivi che cambiano di volta in volta). – e aggiunge – Sono l’unica amministratrice del gruppo ma per le uscite mi avvalgo del supporto di iscritti che hanno dato la disponibilità per guidare i numerosi gruppi nei più svariati percorsi. Sono le ‘guide’, che offrendo volontariamente il loro tempo, ogni giorno garantiscono lo svolgimento di tutte le iniziative proposte; Carlo, Paola, Maria Elena, Danilo, Andrea, Margherita, Tesla, Emma, Gianluca, Ilaria, Ornella, Cristiana, Ase, Alessandro, Sandra, Laura e Mario sono il motore della nostra organizzazione”.

LA RISCOPERTA DEL TERRITORIO

Il desiderio di muoversi, di uscire e stare all’aria aperta e quello di incontrarsi sono stati i fattori vincenti dell’iniziativa. La fortuna ha voluto premiare gli audaci. Infatti i partecipanti hanno avuto la possibilità di riscoprire, come fosse la prima volta, posti unici come il fosso della Cecchignola o la riserva naturale Decima Malafede. Oltre ai siti iconici del quartiere EUR, non è mancato un tragitto fino a lido di Ostia, ma anche quello in centro a San Pietro. Camminando si può arrivare davvero ovunque. Difficilmente senza la pandemia tutto questo sarebbe stato possibile. La volontà di stare insieme e riscoprire il territorio, concependo i luoghi come un’esperienza collettiva è stato di certo l’elemento vincente per sopportare quest’anno così faticoso.

TANTA VOGLIA DI CONTINUARE A CAMMINARE

La speranza di Emanuela Chiarello, quella di tutte le guide e di ogni partecipante di “Camminando per l’EUR” coincide con la volontà di insistere con questo progetta ancora, anche quanto tutto tornerà alla normalità. Già ora le numerose amicizie nate durante i tour si sono consolidate e certamente grazie ad esse il gruppo ha saputo strutturarsi raggiungendo numeri incredibili per una realtà di quartiere. “Camminando per l’EUR” è la giusta alchimia tra lo sport all’aperto e la possibilità di fare nuove amicizie. Camminare insieme può diventare quel tipo di terapia necessaria per il benessere di ognuno. Un’iniziativa da continuare a praticare anche in futuro perché, come sosteneva un vecchio saggio, da soli si cammina veloci, ma insieme si va lontano.

Riccardo Davoli

Previous articleMetro a Spinaceto? La speranza è nel Recovery Plan
Next articleVilla Pamphilj: avanti gli interventi di riqualificazione