Home Notizie Cronaca Roma

Eur: Eur Spa e Comune insieme per la manutenzione del Quadrato della Concordia

Si avvia un progetto promosso da Fendi che restituirà decoro all’area, oltre a rendere pedonale l’area antistante il Palazzo della Civiltà Italiana

EUR – Presto il Quadrato della Concordia, ai piedi del Palazzo della Civiltà Italiana all’Eur potrà essere riqualificato e pedonalizzato. Grazie al protocollo firmato oggi tra Roma Capitale ed Eur Spa la società partecipata (90% Ministero Economia e Finanze; 10% Roma Capitale) potrà dare il via ai lavori di manutenzione ordinaria delle aree pedonali pubbliche circostanti il Palazzo della Civiltà Italiana. In particolare Eur Spa si impegna alla sistemazione e manutenzione dell’area pedonale circostante il Colosseo Quadrato, mentre sarà compito di Roma Capitale il rilascio di tutte le autorizzazioni necessarie allo svolgimento di questi interventi.

GLI INTERVENTI IN PROGRAMMA

Il protocollo firmato dall’Assessore capitolino all’Urbanistica, Maurizio Veloccia e dall’Amministratore Delegato di Eur Spa, Antonio Rosati, prevede la progettazione e la realizzazione dei lavori di sistemazione del verde, la sistemazione dei marciapiedi e della pavimentazione ammalorata, oltre alla messa in opera di dissuasori fissi e mobili. Inoltre, per mettere in sicurezza il palazzo che ospita la Maison Fendi, è prevista la protezione dei due accessi siti nella parte anteriore (lato est) e nella parte posteriore (lato ovest), mediante la posa in opera di apposite vetrate trasparenti.

Ads

UN PROGETTO PRESENTATO DA FENDI

Questo protocollo secondo l’Assessore Veloccia serve a mettere mano ad una situazione che “da troppo tempo non trovava soluzione. Con il protocollo – seguita – si avvia la procedura di riqualificazione dell’area e la sua sistemazione, grazie ad un progetto presentato da Fendi e che sarà realizzato di concerto con l’Amministrazione capitolina ed Eur S.p.A. Questo intervento consentirà di mettere in sicurezza e pedonalizzare l’area antistante il Palazzo, rendendola più decorosa”.

UN RITARDO DI OTTO ANNI

Con il protocollo non si avvia solo la possibilità di riqualificare le aree, ma anche quella di eliminare definitivamente l’impattante recinzione che impedisce l’accesso alla scalinata del Palazzo della Civiltà. A spiegare come su questa idea si sia accumulato un notevole ritardo è l’Ad di Eur Spa, Rosati: “Dopo quasi 8 anni – era il giugno 2014, prosegue Rosati – abbiamo firmato con l’assessore Veloccia, che ringrazio sentitamente, l’accordo per eliminare la recinzione, particolarmente brutta, che impedisce la fruizione e la godibilità di uno straordinario monumento. Questo – conclude – porterà alla riqualificazione della piazza e, anche grazie alla disponibilità del Gruppo Fendi che ringrazio, alla possibilità di visitare in orari e giorni programmati questo pregevole edificio storico”.

LeMa

Previous articleDal Municipio XI arriva l’approvazione del Bilancio previsionale 2022-24
Next articleCovid-19: nel Lazio sono 2.285 i nuovi casi, il rapporto con i tamponi è al 3,5%