Home Rubriche City Tips

Laurentina: filobus ancora fermi, manca la manutenzione

La risposta di Atac a Striscia la Notizia: “Si farà un contratto di manutenzione per 45 filobus”. Ma sui tempi non c’è certezza. Intanto dal Pd arriva l’interpellanza alla Sindaca

SHARE

LAURENTINA – Dovevano tornare in servizio già a giugno, poi settembre, infine a novembre, mentre ora i tempi potrebbero allungarsi ancora. È purtroppo questa la situazione dei filobus che dovrebbero servire il Corridoio della Mobilità su via Laurentina, fermi da maggio nel deposito di Tor Pagnotta a causa della fine del contratto di manutenzione. Attualmente sono infatti normali mezzi diesel (anche più piccoli e meno capienti) a percorrere la corsia preferenziale, un doppio problema quindi: da un lato maggiore inquinamento e dall’altro meno posti disponibili per i passeggeri, soprattutto con le nuove norme che impongono il 50% della capienza massima.

IL MANCATO SERVIZIO

I motivi del mancato servizio erano stati spiegati dall’assessore comunale Piero Calabrese, che ha imputato l’assenza di manutenzione alla bocciatura del Corridoio che avrebbe collegato Tor de’ Cenci all’Eur. L’opera infatti, stralciata alcuni mesi fa, aveva in comune con Laurentina i contratti di manutenzione, così la sua cancellazione ha penalizzato le società che allo scadere del contratto (aprile) hanno richiesto migliori condizioni. Solo il 10 settembre sarebbe arrivata in Dipartimento una proposta per un “appalto ponte” in attesa della nuova gara.

UNA NUOVA PROMESSA

In ogni caso i tempi indicati in commissione, difficilmente verranno rispettati, infatti i filobus nel mese di novembre sarebbero dovuti tornare a percorrere via Laurentina. Così una nuova promessa sul ritorno in funzione dei mezzi elettrici è stata fatta il 3 novembre ai microfoni di Striscia la Notizia, da parte dell’amministratore unico di Atac Giovanni Mottura: “Atac farà un contratto di manutenzione per garantire che 45 siano regolarmente manutenuti”. Purtroppo, rispetto ad altri annunci effettuati in passato, nemmeno ai microfoni di Striscia ci si è sbilanciati con date e scadenze, lasciando intendere forse che la situazione non è così facile da dirimere.

L’INTERROGAZIONE ALLA SINDACA

Intanto dal Pd municipale arriva una interpellanza alla Sindaca Raggi, firmata dal consigliere Alessandro Lepidini: “A nulla sono valse le sedute di commissione e una mia interrogazione al Presidente del Municipio per avere notizie circa l’effettiva ripresa del servizio – spiega – Ora con le nuove misure restrittive sul trasporto pubblico una soluzione è urgente”. È con questa motivazione che il consigliere dem, candidato alle primarie per il centrosinistra in Municipio IX, ha chiesto conto alla prima cittadina con un atto ufficiale: “Vogliamo sapere quali iniziative urgenti intenda intraprendere al fine assicurare il ripristino del servizio dei filobus – e ancora – Auspico che in Municipio IX possa aver termine la stagione della subalternità al Campidoglio almeno quando i problemi impattano direttamente sui nostri cittadini”.

LeMa