Home Rubriche Go Green

Con il Progetto Ossigeno arrivano 250 nuovi alberi nel Parco della Garbatella 

Il “Bosco Intensivo” servirà anche a ridurre l’impatto della Cristoforo Colombo sull’area verde gestita dal Circolo Legambiente Garbatella

GARBATELLA – Questa mattina il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha partecipato all’inaugurazione di 250 nuovi alberi all’interno del Parco della Garbatella, a pochi passi dalla sede della Regione su via Cristoforo Colombo. Un’iniziativa questa che rientra all’interno del progetto Ossigeno promosso dalla Regione Lazio. “Oggi lanciamo un altro importante step del progetto Ossigeno qui in questo parco, voluto da Legambiente Garbatella che da anni lotta per la sua riqualificazione, con meno cemento e più spazi verdi e aria pulita per i bimbi e le loro famiglie. Inauguriamo la piantumazione di altri 250 tra alberi e arbusti, continuando a far crescere quest’oasi verde chiamata Bosco Intensivo, voluta dal Circolo Legambiente Garbatella e alla quale noi, come Regione, siamo orgogliosi di poter contribuire. In quest’area di piantumazione vengono convertiti in ossigeno 10200kg CO2 l’anno”, ha dichiarato il Presidente Zingaretti che ha aggiunto: “Ossigeno è stata una nostra idea di successo, un’iniziativa che stiamo portando avanti con un nuovo bando in arrivo, perché vogliamo proteggere l’ambiente in cui viviamo ma anche dare vita a spazi nuovi, verdi e belli da vivere come questo parco nel cuore di uno dei quartieri storici della Capitale”.

Ads

IL BOSCO INTENSIVO A GARBATELLA

“Grazie alla Regione Lazio e al Presidente Nicola Zingaretti aggiungiamo un altro capitolo alla storia di Resistenza Ecologica che questo Parco rappresenta – afferma il Presidente del Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri, da sempre legato a questa iniziativa – Una storia lunga cresciuta grazie al Circolo Legambiente Garbatella, alla comunità degli Orti Urbani Garbatella e a tutte e tutti i cittadini che insieme hanno continuato a curare questo polmone verde. Un altro capitolo per Parco Garbatella e un altro passo per partecipare alla sfida su una transizione ecologica necessaria – e ancora – Cambiare un parco in un laboratorio ecologico per la città rappresenta una sfida culturale, proprio quella di cui abbiamo più bisogno in questo momento e nella nostra città”. Per garantire l’attecchimento del “Bosco Intensivo” nel Parco Garbatella, Legambiente ha realizzato un impianto d’irrigazione a goccia, che copre tutte le diverse aree. Il bosco dunque occupa complessivamente una fascia di 70 mq x 8 mq, nella zona del Parco lungo la Via Cristoforo Colombo, per garantire aria più pulita, un miglior controllo delle ondate di calore e delle acque meteoriche, e anche un contributo alla riduzione della CO2 nell’aria.

IL PROGETTO OSSIGENO

Il progetto Ossigeno, finanziato con 12 milioni di euro in tre anni, è stato pensato per contrastare il cambiamento climatico, compensare le emissioni di CO2, proteggere la biodiversità, migliorare la qualità del suolo e dell’aria, e creare spazi verdi da vivere, l’iniziativa, che ha visto protagonisti cittadini, enti pubblici e varie realtà del territorio ha una doppia valenza sociale ed ecologica. In sintonia con gli obiettivi indicati dal G20 sul clima di Roma, che prevede di piantumare mille miliardi di alberi a livello globale entro il 2030. Al momento, come ribadiscono dalla Regione, si è appena conclusa l’assegnazione del 2º bando Ossigeno per Roma Capitale: così tra progetti in corso e programmati nei prossimi mesi, e comunque entro la fine dell’estate, saranno messi a dimora a Roma più di 3mila alberi. Negli uffici regionali sono pervenuti più di 200 progetti per il secondo bando, mentre il terzo avviso sarà a sportello, un metodo per semplificare la burocrazia e accelerare la tempistica.

Red

Previous articleCovid-19: nel Lazio sono 3.396 nuovi casi
Next articleDalla Regione Lazio si punta sui mercati, in arrivo 3,6milioni per il 2022