Home Rubriche Go Green

Dopo l’adozione da parte dei cittadini parte la raccolta fondi per Parco Veratti

La raccolta fondi on-line è stata lanciata dall’associazione Acps Cuore sociale per riportare decoro nell’area verde.

SHARE

L’AREA VERDE DI LARGO VERATTI

Nel Municipio VIII di Roma c’è un’area verde comunale che da anni versa in condizioni di abbandono e degrado, teatro di prostituzione e spaccio. Si tratta del Parco di Largo Veratti, un triangolo a ridosso di viale Marconi.

L’ADOZIONE

Dopo tre anni di cure e iniziative i residenti, raccolti nell’associazione Acps Cuore sociale, hanno ottenuto l’adozione di quest’area con l’obiettivo di riqualificarla e renderla fruibile al pubblico, così come è stato fatto in aree attigue con un lavoro di comunità e dal basso che ha dato vita ad una realtà come gli orti urbani di Largo Veratti. “Il Municipio VIII ci ha finalmente concesso l’affidamento dell’area e la possibilità di riqualificare e restituire questo spazio verde alla cittadinanza, in un luogo completamente privo di spazi fruibili dalla comunità – spiegano i volontari – Il parco rappresenterà il luogo di aggregazione del quadrante, permettendo l’incontro delle diverse generazioni e fornendo un importante strumento di rafforzamento del tessuto sociale”.

GLI INTERVENTI E LA RACCOLTA FONDI

La volontà è quella di far tornare il parco alla cura e allo stato in cui si presentata negli anni Ottanta, dopo la realizzazione degli arredi urbani: “Ovviamente ci occuperemo di fare un lavoro preventivo e di manutenzione nel tempo per permettere che questo progetto sia sostenibile – seguitano i cittadini – Infatti l’adozione deliberata dal Municipio poggia proprio su queste condizioni nonché sulle sinergie reciproche”. Naturalmente queste iniziative hanno un costo che i volontari hanno deciso di rendere sostenibile attraverso una raccolta fondi online. “Vogliamo raccogliere i fondi per acquistare il necessario e trasformare quest’area degradata in un’area verde fruibile a tutti i cittadini. Chiediamo a tutti un piccolo contributo affinché questo progetto veda la luce e riqualifichi un’area di tutti”.

Red