Home Municipi Municipio VIII

Il ‘bidet’ di San Paolo finisce all’asta

SHARE

SAN PAOLO – Entro il 22 marzo si chiudono le offerte per l’asta indetta sull’hotel di via Costantino. Il famoso ‘bidet’ di San Paolo (assieme ad una delle strutture di piazza dei Navigatori) infatti sarà venduto con l’intermediazione della Coldwell Banker Commercial, società nominata dal Tribunale di Roma per la vendita di alcune proprietà della Acqua Marcia Immobiliare Srl. Da tempo ormai la società costruttrice è in Concordato Preventivo Liquidatorio, così la struttura non è mai stata ultimata e lasciata nel degrado.

L’HOTEL DI VIA COSTANTINO

Le speranze per questo hotel erano moltissime, soprattutto quando nel 2004 venne firmata la convenzione. La struttura avrebbe dovuto riqualificare un’area altrimenti abbandonata, mentre è riuscita soltanto ad aumentare il degrado della zona. L’hotel infatti è stato più volte vandalizzato e saccheggiato di tutte le parti metalliche, tanto che in passato il curatore fallimentare dovette istituire una guardiania h24.

DONAZIONE URLO-1

IL BIDET DI SAN PAOLO

Sulla carta l’hotel avrebbe dovuto avere 182 camere e ospitare anche un centro congressi. La superfice lorda della struttura è di 23.040 metri quadrati su otto piani, oltre ad un piano interrato. Il ‘bidet’ non è mai stato completato e sicuramente avrà bisogno di ingenti lavori di sistemazione prima ancora di far partire i lavori di completamento. Al momento la struttura appare completamente vuota e sulle pareti campeggiano scritte e murales. Anche l’area circostante non è in buono stato, i resti del cantiere infatti sono ormai invasi dall’erba alta e dai rifiuti che si sono accumulati nel tempo.

L’HOTEL FINISCE ALL’ASTA

Adesso la struttura sarà venduta all’asta per una cifra che parte dai 10 milioni di euro. il sistema di vendita prevede che le offerte (con rilanci di 100mila euro) siano effettuate entro il 22 marzo prossimo. Al momento non è facile immaginare quale potrà essere il futuro della struttura, anche se sembra difficile che possa assumere una funzione diversa da quella per cui è stata (parzialmente) realizzata.

Leonardo Mancini