Home Municipi Municipio XI

Magliana: Skate-park ancora nel degrado

Tratto da Urlo n.194 ottobre 2021

MAGLIANA – Era il lontano 2013 quando fu inaugurato lo Skate-park di largo Collodi, alla Magliana, sotto l’allora Presidente Gianni Paris. Alla fine di via Greve, a due passi dalle sponde del Tevere, furono installate quattro rampe ‘bank’, una pedana gradonata ‘stepcurb’, due rampe ‘kicker’, due barre ‘flat rail’ e un materasso antiurto, al costo di 60mila euro. La struttura sportiva nasceva come punto di ritrovo, svago e socialità per i ragazzi del quartiere che potevano così cimentarsi in questo sport tanto amato da molti giovani. Da quel momento, come in altri luoghi di Roma, il problema della manutenzione è divenuto primario. Non sono bastate infatti le tante interrogazioni per evitare che lo skate-park cadesse sistematicamente nel degrado, così gli atti vandalici si sono susseguiti nel tempo. Ultimo fra questi riguarda alcune auto, probabilmente rubate, bruciate accanto alla struttura sportiva.

Ads

LA PROPOSTA

“Questo ex skate-park ormai è diventato un deposito per auto bruciate oltre che di rifiuti”, dichiara Marco Palma (Fdi) già consigliere e ora candidato al consiglio del Municipio XI. “È arrivato il momento che le amministrazioni coinvolte prendano in esame la nostra proposta, la quale prevede l’annessione al plesso scolastico confinante così da evitare nuove vandalizzazioni”, conclude Marco Palma. Questo piccolo skate-park infatti sorge proprio accanto all’Istituto Comprensivo Sandro Onofri, scuola che potrebbe annettere la piccola struttura sportiva nonostante sorga all’esterno del suo perimetro. “Per quanto riguarda l’annessione, se la scuola farà regolare richiesta si potrà anche pensare di darle lo skate-park in gestione, ma non penso che sia interessata. Per lo meno per adesso non ci sono state richieste”, spiega l’ex Delegato della Sindaca in Municipio XI, Mario Torelli. “La nostra amministrazione municipale aveva risistemato tutta la struttura, ma poi qualcuno si è divertito a rompere la recinzione e creare altri danni, come per esempio la macchina bruciata che probabilmente è stata rubata e poi messa lì”, conclude Torelli.

IL PROBLEMA DELLA MANUTENZIONE

Tante sono state negli anni le interrogazioni delle opposizioni nel tentativo di reperire fondi per la manutenzione di tutta l’area, soprattutto per la sicurezza dei ragazzi che tutti i giorni si recano nella scuola lì accanto. “Abbiamo effettuato un sopralluogo presso lo skate-park di largo Collodi, in prossimità del viadotto, un luogo simbolo della mala gestione del M5S. Un’area completamente abbandonata, vittima anche della vicinanza al campo nomadi abusivo presente sotto il ponte che collega la Magliana all’Eur. Abbiamo il dovere di dare un luogo accogliente e sicuro a tutti i giovani e sportivi. Sarà un impegno morale e fattivo che porteremo avanti con l’amministrazione di centro-destra”, così Daniele Catalano, candidato Presidente in Municipio XI, ed Enrico Nacca, candidato al Consiglio, sempre in XI, per la Lega. Continueremo a monitorare la situazione, affinchè questo piccolo spazio torni ad essere punto di ritrovo per i ragazzi della scuola adiacente e di tutta la Magliana.

Giancarlo Pini

Previous articlePup Ettore Rolli: nuovo rinvio del Tar
Next articleÈ iniziata la sedicesima edizione della Festa del Cinema di Roma. Ad aprire le danze è Jessica Chastain