Home Municipi Municipio XI

Si aspetta la riapertura dell’Isola Ecologica di Corviale

Dopo due mesi e mezzo, ancora chiuso il centro di raccolta rifiuti. Nel frattempo crescono i disagi per i cittadini, assieme ad una discarica abusiva

Tratto da Urlo n.195 novembre 2021

CORVIALE –Il centro chiude per lavori da lunedì 30 agosto”, e poi subito sotto la lista dei centri di raccolta più vicini, con indirizzo e indicazioni sui materiali che avrebbero accettato. Così è scritto, con dei fogli attaccati alla buona, al centro raccolta Ama di Corviale, situato in via Arturo Martini 1. Da quel giorno in poi solo disagi per i cittadini che avrebbero voluto usufruire del servizio dell’isola ecologica. “È inaccettabile che questo Centro di raccolta sia ancora chiuso per lavori. Un disservizio dal 30 Agosto per tanti cittadini e residenti. Per di più senza alcuna adeguata comunicazione in merito ai lavori. Troppo distanti le isole ecologiche più vicine di Battistini, Mostacciano e Acilia”, afferma Valerio Garipoli, Consigliere Fdi in Municipio XI.

Ads

DISCARICA A CIELO APERTO

Dal giorno della chiusura sono passati due mesi e mezzo. Tanto è bastato a spingere alcuni (molti) incivili (da non chiamare cittadini) a sversare illegalmente rifiuti proprio di fronte all’isola ecologica, così da creare una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto. Questo nonostante ci sia anche un cartello, sempre rigorosamente scritto a mano, che recita: “divieto di scarico, area videosorvegliata”. “Auspichiamo che gli incivili vengano fermati il prima possibile dalle Forze dell’Ordine perché non è possibile trasformare un territorio in una discarica abusiva”, afferma Daniele Catalano, Capogruppo Lega in Municipio XI.

LA PROGRAMMAZIONE MANCATA

Il consigliere Catalano continua evidenziando la mancata organizzazione nella gestione della chiusura di un Centro raccolta fondamentale per la periferia ovest di Roma. “Riteniamo che i lavori di ampliamento dell’isola ecologica siano molto importanti, poiché da tempo ricevevamo segnalazioni di cittadini costretti ad andare a Laurentina o in altri centri, visto che spesso era affisso il cartello ‘tutto pieno’. Certo è che la programmazione e la tempistica hanno lasciato a desiderare, poiché si sarebbe potuto intervenire nel periodo estivo garantendo maggiore serenità agli operatori”, conclude Catalano.

UNA POSSIBILE SOLUZIONE PROVVISORIA

È Valerio Garipoli a proporre al nostro giornale una raccolta domenicale straordinaria di rifiuti ingombranti: “Invieremo una nota di verifica all’azienda e una richiesta per potenziare almeno la raccolta straordinaria sul territorio”. Ma più importante ancora sarebbe velocizzare la riapertura totale della struttura: “Serve un impegno da parte della nuova amministrazione del Municipio XI al fine di riaprire quanto prima l’isola ecologica di Corviale e rivedere l’organizzazione e gestione di tali strutture gratuite attrezzate per la raccolta e l’avvio al recupero dei rifiuti”, conclude in una nota Valerio Garipoli.

Giancarlo Pini

Previous articleBasta discariche abusive, il flash mob di Legambiente per il Municipio IX
Next articleStrage di Via Vigna Jacobini: verso l’intitolazione alla memoria delle vittime