Home Municipi Municipio XI

Strage di Via Vigna Jacobini: verso l’intitolazione alla memoria delle vittime

Sarà uno spartitraffico verde in via F. Crispigni ad essere intitolato alla memoria delle vittime della tragedia avvenuta nel dicembre del 1998

MUNICIPIO XI – Si è compiuto un passo avanti nella lunga battaglia portata avanti per ricordare le vittime di via Vigna Jacobini, decedute nel crollo di una palazzina avvenuto il 16 dicembre 1998. Questa tragedia provocò la morte di 27 persone tra le quali 6 bambini. Proprio nelle scorse settimane la portavoce dei parenti delle vittime, l’Avv. Silvestrini, era tornata a chiedere un riconoscimento per questa tragedia al Sindaco Gualtieri e l’approvazione del progetto promosso dai consiglieri municipali del carroccio per l’intitolazione di uno spazio verde in via F. Crispigni alla memoria di questa tragedia.

L’INTITOLAZIONE ALLA MEMORIA DELLE VITTIME

L’occasione per tornare a parlare di via Vigna Jacobini è stata la discussione delle linee programmatiche presentate in Consiglio dal Presidente del Municipio XI, Gianluca Lanzi. In quella sede i consiglieri della Lega, Daniele Catalano e Enrico Nacca, hanno presentato un documento per chiedere la riqualificazione dello spartitraffico e l’intitolazione: “Il progetto di riqualificazione della piazza e di intitolazione nasce dalla collaborazione con il comitato di quartiere Vigna Pia e il comitato vittimi di Via di Vigna Jacobini, che da sempre hanno accolto con favore questa iniziativa – affermano Catalano e Nacca – Speriamo che questo primo passo possa concretizzarsi nel più breve tempo possibile, e sarà nostra cura continuare a seguire nelle commissioni competenti lo sviluppo e la realizzazione di quest’opera”.

Ads

LA VOTAZIONE

La votazione per questo ordine del giorno ha visto l’unanimità dei consensi: “Ringraziamo i colleghi di maggioranza e di opposizione che hanno votato all’unanimità favorevolmente questo documento che tutela e promuove la storia del nostro territorio”, hanno concluso Catalano e Nacca.

LeMa

Previous articleSi aspetta la riapertura dell’Isola Ecologica di Corviale
Next articleCovid-19: nel Lazio si registrano 944 nuovi casi