Home Municipi Municipio XI

Via della Magliana Antica: riaprite quel parcheggio

La chiusura per problemi di sicurezza nel settembre del 2019

Tratto da Urlo n.189 aprile 2021

MUNICIPIO XI – Il parcheggio posizionato tra via Quirino Majorana e via Magliana Antica è stato per anni una struttura fondamentale per gli abitanti di Marconi-Portuense, un quadrante popoloso e problematico per quanto riguarda la questione del traffico. La struttura si presenta a due piani: la parte superiore esterna è stata aperta nel gennaio del 2014, quella inferiore al coperto è stata ultimata circa un anno e mezzo dopo. La capienza massima del parcheggio è di circa 100 posti auto sviluppati su una superficie di 3.000 metri quadrati. Contestualmente all’inaugurazione dell’area interna, è stato aperto accanto un piccolo parco con un’area di svago per bambini e tante panchine.

Ads

LA SITUAZIONE ATTUALE

Ma nel settembre del 2019 lo stabile è stato chiuso per permettere dei controlli sul sistema antincendio. Così la struttura, in attesa della messa in sicurezza, ha smesso di erogare quel servizio di parcheggio auto, tanto importante in una zona di cui è carente. “Lo abbiamo dovuto chiudere per la mancanza dell’impianto antincendio”, conferma al nostro giornale il Delegato della Sindaca in Municipio XI, Mario Torelli. E il parcheggio, dopo la chiusura, è caduto in uno stato di abbandono. “Peraltro l’interno dell’area è stata occupata da un senza fissa dimora: nei mesi scorsi ero passato a verificare le condizioni dello stabile ed ho assistito ad un blitz della Polizia che stava effettuando il riconoscimento di una persona – spiega Marco Palma, ex consigliere Fdi in Municipio XI – La mancata gestione provoca ed alimenta iniziative di questo tipo, che non migliorano la vivibilità e la sicurezza del territorio. Sarebbe interessante verificare se i privati siano interessati alla gestione in cambio di sorveglianza o altri servizi”.

LA RIAPERTURA

Intanto i residenti e i lavoratori che tutte le mattine si recano in quel quadrante della città, aspettano la riapertura del parcheggio. È ancora Palma a spiegarci le lungaggini burocratiche che impediscono la messa a norma della struttura multipiano: “Rispetto alla necessità di riaprire il piano terra ci sono incombenze di carattere burocratico che, ad oggi, ne impediscono la messa a norma. Gli uffici, tra mille difficoltà, si erano adoperati nel procacciare per tempo l’azienda che effettuasse i lavori sugli impianti ma, nel frattempo, è accaduto che il finanziamento è stato tolto dal Comune e quindi potrà arrivare non prima della fine dell’anno. In sintesi un lungo periodo di chiusura di posti auto pubblici a causa di lavori da 20mila euro: mi appare tutto così incredibile”, conclude l’ex consigliere Palma. Nel dicembre 2020 era stato trovato l’operatore che doveva effettuare la riqualificazione, ma siamo ancora alla fase dei controlli amministrativi. “Ci sono dei rallentamenti in generale sia da parte dell’Agenzia delle Entrate che del Ministero della Giustizia – conclude Mario Torelli – ad ogni modo l’affidamento è subordinato al riaccertamento dei fondi del 2020”. In attesa di novità continueremo a monitorare la situazione, con la speranza di rivedere aperta questa importante struttura almeno prima della fine dell’amministrazione Raggi.

Giancarlo Pini

Previous articleImmobile via Panfilo Castaldi: di nuovo a disposizione del territorio
Next articleMetro a Spinaceto? La speranza è nel Recovery Plan