Home Municipi Municipio XII

PUP Ettore Rolli: il TAR dispone nuove verifiche sul progetto

La decisone del TAR rimandata al giugno del prossimo anno, i Giudici dispongono ulteriori verifiche amministrative

PORTUENSE – È stata pubblicata oggi l’Ordinanza del TAR del Lazio relativa all’udienza del 7 ottobre scorso sulla questione del Pup di via Ettore Rolli. Ad agosto del 2019 il Dipartimento Mobilità di Roma Capitale revocava la concessione alla ditta costruttrice per il mancato completamento dell’opera. La concessionaria (la società Parkoi) ha quindi presentato in merito un ricorso al Tribunale Amministrativo del Lazio.

LA VICENDA

Nell’area dove oggi sorge il Pup in passato era presente un mercato. La realizzazione del parcheggio interrato infatti è strettamente collegata alla costruzione di una struttura che possa ospitare il vecchio mercato che, al momento, è stato delocalizzato su Lungotevere degli Artigiani. La convenzione tra il Comune e la Parkroi venne firmata nel 2007 e aggiornata nel 2010. Nel 2011 arrivò il permesso a costruire che venne poi rinnovato tre anni dopo. Sono molte le controversie che in questi anni hanno visto coinvolti i privati e l’Amministrazione. In particolare lo scontro si è concentrato sullo stato degli oneri concessori e sul progetto per il nuovo mercato, oltre che sulla fidejussione bancaria richiesta alla ditta per la nuova proroga del permesso a costruire nel 2016, che però non è stato rinnovato. È da quel momento che il cantiere è fermo. Nell’agosto del 2019 il Comune di Roma ha revocato la concessione alla Parkroi che, a quel punto, ha però deciso di presentato ricorso al Tar.

Ads

L’ORDINANZA DEL TAR

Nell’Ordinanza il TAR del Lazio ha disposto una ulteriore verifica, tesa “alla esaustiva conoscenza dei fatti di causa, tenendo presenti le censure sollevate e quanto previsto dalla convenzione”. Il verificatore designato dai giudici amministrativi per questa controversia è il Provveditore per le opere pubbliche del Provveditorato interregionale per il Lazio, l’Abruzzo e la Sardegna, mentre una nuova udienza sulla vicenda è stata fissata per il 9 giugno 2021. In questi mesi il verificatore incaricato dal TAR dovrà indicare quali siano i lavori presenti in convenzione “già realizzati e quelli ancora da realizzare, indicandone anche la relativa percentuale”, tenendo in considerazione che, come riportato anche nell’Ordinanza, “secondo parte ricorrente sarebbe pari a oltre il 90%”. In particolare dovranno essere contati i posti auto “suddividendoli tra quelli da destinare a parcheggio e quelli pertinenziali al mercato – oltre alle – opere relative al mercato ubicato all’interno fabbricato eseguite e quelle ancora da eseguire per consentirne il funzionamento”. Saranno poi verificati i costi sostenuti dalla società ricorrente per la realizzazione delle opere, il numero di box destinati a parcheggio già realizzati e il loro valore medio di mercato.

I PROSSIMI PASSI

Nei prossimi mesi l’ente verificatore avrà il compito di cercare, attraverso le carte e non solo, di dirimere la questione. Per capire come i Giudici Amministrativi si orienteranno ci sarà però da attendere ancora, infatti soltanto il 9 giugno del 2021 si saprà quale sarà il futuro del Pup di via Ettore Rolli.

Red

Previous articleMunicipio IX: spostate 42 bancarelle dall’EUR
Next articleCovid-19: le Lazio 1.669 casi, rapporto tra positivi e tamponi al 6%