Home Municipi Municipio XII

Rientrati tutti i bambini, ancora problemi alla Scuola Girolami

Nel mese di novembre il Municipio è intervenuto per far fronte ad altri disagi

dav

Tratto da Urlo n.196 dicembre 2021

MONTEVERDE – Non si fermano i problemi alla scuola Girolami. A inizio novembre, dopo pochissimi giorni dalla riapertura del corpo B (corrispondente a un gruppo di aule che ancora non erano agibili a inizio anno scolastico), alcuni spazi del plesso si erano allagati. A causa delle infiltrazioni, cinque classi erano state quindi spostate presso la Parrocchia N. S. di Coromoto, ma i piccoli studenti sono potuti rientrare a scuola dopo un paio di settimane. Nel frattempo si sono verificati però altri problemi, che hanno portato il dirigente scolastico a rivolgersi a Municipio e Comune denunciando la situazione.

Ads

RISCALDAMENTO E PASTI

Il problema principale è stato rappresentato da un malfunzionamento dell’impianto di riscaldamento del plesso che ha impedito l’accensione dei termosifoni il 15 novembre (data programmata per l’entrata in funzione) costringendo al freddo i bambini fino alla fine del mese. Al proposito il nuovo Presidente del Municipio XII, Elio Tomassetti, e l’Assessora alla Scuola, Maria Stella Squillace, hanno fatto sapere: “Abbiamo allertato immediatamente gli uffici preposti e il SIMU – Dipartimento dell’Assessorato ai Lavori Pubblici competente sull’argomento, ndr – perché si arrivasse a una soluzione tempestiva. Il 30 novembre abbiamo avuto comunicazione della risoluzione del problema e il giorno successivo l’impianto è ripartito”. Inoltre, sempre nel mese di novembre, si sono aggiunte problematiche legate ai pasti degli alunni. Ne parlano Tomassetti e Squillace: “In questo momento la mensa della scuola non è in funzione perché necessita di un intervento all’impianto elettrico, per questa ragione i pasti caldi vengono trasportati dall’esterno e sporzionati alla Girolami. Ma l’aula dove avviene questa attività presentava degli aspetti critici da affrontare, per qualche giorno quindi la scuola ha dovuto ricorrere alla somministrazione di cibi freddi. Problematiche adesso risolte, così a fine novembre è ripresa l’attività di distribuzione di pasti caldi. Stiamo lavorando insieme all’ufficio tecnico per poter risolvere in tempi brevi il problema della mensa e attivare anche la cucina in loco”.

ALTRI PROBLEMI

Accanto alle questioni legate al riscaldamento della scuola e al servizio di mensa, si sono aggiunti poi altri disagi: “Si è verificato l’allagamento degli spazi esterni per il mancato deflusso delle acque piovane. Si è quindi proceduto alla riasfaltatura del cortile e si sta provvedendo a ultimare l’impermeabilizzazione delle porzioni della scuola dove si erano verificate le infiltrazioni”, hanno riferito sempre Tomassetti e Squillace, che, rispetto alla compresenza di alunni e operai nella scuola durante gli orari di lezione lamentata da genitori e dirigenza scolastica, hanno riferito di aver “chiesto a chi di competenza un intervento affinché la gestione dei lavori in corso possa essere compatibile con lo svolgimento delle attività didattiche”. Sullo sfondo resta da affrontare la tematica relativa alla riqualificazione del corpo C (uffici e palestra), ancora chiuso in attesa dei lavori di messa in sicurezza, sulla quale il Municipio appena insediato ha assicurato attenzione: “Abbiamo preso in mano la situazione: verificheremo fondi ed interventi da effettuare e forniremo al più presto delle risposte”. Rispetto al tema più ampio della manutenzione scolastica, Presidente e Assessora hanno informato: “Stiamo effettuando dei sopralluoghi nelle scuole del Municipio per verificare quali sono le criticità dei vari plessi ma soprattutto per programmare interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Il nostro obiettivo è rimettere la scuola al centro dell’attenzione”.

LE OPPOSIZIONI

In seguito alle problematiche emerse, Giovanni Picone, consigliere municipale per la Lega, ha detto: “Bisogna cambiare marcia sul fronte delle politiche scolastiche e della programmazione degli interventi nell’ambito dell’Edilizia Scolastica. Una scuola messa a nuovo, con due anni di lavorazioni alle spalle, non può avere tali criticità sia dal punto di vista della manutenzione che dell’organizzazione – ha dichiarato duro – Rimarremo vigili affinché le promesse di questa Amministrazione vengano mantenute per il bene dei bambini, delle famiglie, ma anche del personale scolastico”. Sulla questione è intervenuto anche Alessandro Galletti, ex Assessore della scorsa Giunta municipale e oggi consigliere per il M5S al Municipio XII: “Mi auguro che il lavoro che in questi anni abbiamo svolto con la passata Amministrazione e che ha condotto alla riapertura del corpo A e del corpo B della scuola – i due blocchi di aule, ndr – venga portato avanti in modo sollecito dall’attuale Giunta e che si arrivi in tempi rapidi a realizzare gli interventi di messa in sicurezza sul corpo C affinché questo possa essere riaperto il prima possibile”.

Anna Paola Tortora

Previous articleMunicipio IX: il tema rifiuti resta all’ordine del giorno
Next articleRifiuti: la corsa per salvare il Natale