Home Notizie Cronaca Roma

Dopo 20 anni via i vincoli di affrancazione

Tratto da Urlo n.197 gennaio 2022

ROMA – Si stima che siano circa 200 mila le famiglie a Roma toccate dallo scioglimento dei vincoli per le affrancazioni (dopo 20 anni di proprietà) per gli immobili realizzati nei Piani di Zona (di cui alla Legge 167/62 e convenzionati ex art. 35 della Legge 865/71). La disposizione è stata approvata il 21 dicembre dalla Giunta Capitolina che ha recepito la sentenza della Corte Costituzionale (settembre 2021) che pone proprio ad un ventennio di proprietà il limite oltre il quale non è più necessaria l’istanza di affrancazione (e il pagamento della stessa alle casse comunali) per procedere alla vendita degli immobili a prezzo di mercato.

Ads

Naturalmente ora la Delibera, proposta dall’Assessorato capitolino all’Urbanistica, dovrà anche passare per l’approvazione dell’Aula, dopo questo ulteriore passaggio nessun procedimento di affrancazione e nessun relativo atto notarile o negoziale in qualunque forma saranno più necessari quando sia già trascorsa la scadenza specificata nella convenzione. In questi casi tutti i vincoli si intenderanno già cessati e, quindi, gli immobili saranno liberamente commerciabili senza alcuna limitazione di prezzo o altri vincoli derivanti dalle convenzioni.

La delibera approvata in Giunta è molto importante perché risponde alle richieste di tantissime persone interessate da questa annosa questione – ha commentato l’Assessore all’Urbanistica di Roma Capitale, Maurizio Veloccia – Quello delle affrancazioni è un tema complesso e critico. Per questo è fondamentale dare risposte certe, snellire e semplificare le procedure. Questa delibera è un gesto di dovuta attenzione e chiarezza nei confronti di migliaia di cittadini”.

Sarà ora compito dell’Amministrazione Capitolina procedere anche all’adeguamento delle convenzioni, specificando il termine di questo vincolo che, negli anni, ha prodotto non pochi disagi e controversie legale ai cittadini romani. Sarà poi da capire se e come il Campidoglio farà fronte a tutte le eventuali richieste di rimborso che arriveranno per le affrancazioni pagate fino ad ora.

AC

Previous articleMunicipio XII: nuovi sopralluoghi per gli Archi di Villa Sciarra
Next articleParco del Forte Ardeatino, i lavori iniziano con la messa in sicurezza del verde