Home Rubriche City Tips

Metro C: gli scavi proseguiranno fino a Piazza Venezia con una ‘Stazione Museo’

Approvata in Giunta la delibera che permette la modifica al progetto e l’uso delle risorse stanziate dal CIPE a dicembre scorso

SHARE

ROMA – Le talpe che stanno scavando le gallerie della Metro C potranno proseguire il loro percorso verso Piazza Venezia dove, come comunicato dal Campidoglio, si stanno concludendo i sondaggi e le prove tecniche per la realizzazione della futura ‘stazione-museo’. La Giunta capitolina ha approvato l’atto necessario per procedere allo scavo delle gallerie fino alla piazza, dando seguito alla Delibera CIPE 76/2019, è stata autorizzata la modifica del progetto e ora potranno essere impegnate le risorse già stanziate dal Ministero.

DAL CAMPIDOGLIO SI PARLA DI ‘OPERA STRATEGICA’

La prima cittadina ha salutato con favore la votazione della Giunta: “Le ‘talpe’ ricominciano a scavare dai Fori Imperiali verso piazza Venezia. Andiamo avanti per realizzare una nuova tratta della terza linea metropolitana della Capitale. Grazie alle risorse ottenute dal Governo per proseguire gli scavi delle gallerie, oggi facciamo un ulteriore passo in avanti verso la prosecuzione di un’opera strategica per la nostra città. Un risultato importante per Roma”. Positivo anche il giudizio dell’assessore capitolino alla Città in Movimento Pietro Calabrese: “Siamo partiti da un impianto amministrativo disastrato, frutto di approcci sbagliati e legati a vecchie logiche – afferma – Stiamo lavorando per superarle. Questa è la prima approvazione di variante messa nero su bianco in completa trasparenza e dopo un attento controllo da parte di Roma Capitale. È stato un iter complesso, ma che ha avuto come obiettivo ultimo la tutela dell’interesse pubblico. Il processo è stato condiviso con tutti gli enti finanziatori sin dall’inizio e ora siamo pronti a intraprendere la sfida della stazione Venezia”.

PER IL PD L’ANNUNCIO ARRIVA IN RITARDO

Una lettura diversa, fatta di ritardi e rischi di blocco dell’opera, quella riportata dalla Consigliera comunale del Pd Ilaria Piccolo: “Il Cipe nella seduta del 20 dicembre 2019, grazie all’intervento decisivo del ministro Paola De Micheli, ha approvato la modifica del perimetro della tratta T3 della linea C della metropolitana di Roma permettendo di proseguire le gallerie di linea attestandole alla futura stazione Venezia e stanziato i fondi per il proseguimento dei lavori. Da allora sono passati 6 mesi e per l’immobilismo della giunta Raggi si era corso il serio rischio dell’interramento delle talpe e il blocco del proseguimento dei lavori della terza linea metro della Capitale”. Un annuncio e una decisione di giunta quantomeno tardiva: “Dopo più di 180 giorni, ieri sera la giunta capitolina è riuscita finalmente ad approvare la delibera che – spiega la consigliera Piccolo – permetterebbe il riavvio delle due Tbm, che potranno così proseguire gli scavi fino a piazza Venezia grazie ai 9 milioni messi a disposizione dal Mit già dal dicembre 2019. Dal Campidoglio una nuova puntata di ‘scherzi a parte”.

Red