Home Cultura Cinema

Roma: #laculturaincasa gli appuntamenti online con la cultura

Il calendario completo degli appuntamenti online e sui social fino al 7 giugno

SHARE
auditorium

ROMA – Tanti gli appuntamenti, gli approfondimenti e i video che le istituzioni culturali di Roma Capitale mettono a disposizione online per tutti, per tutta Italia, in questo periodo.

MUSEI CIVICI.  Dopo la riapertura il 19 maggio dei Musei Capitolini e del Museo di Roma a Palazzo Braschi dal 2 giugno riapriranno tutti i Musei Civici di Roma Capitale, i Fori imperiali e il Circo Massimo, previa prenotazione obbligatoria per tutti (informazioni su www.museiincomuneroma.it o chiamando lo 060608). Prosegue l’attività digital con le diverse rubriche social. Per la rubrica #ilmuseoincasa, martedì 2 giugno alle 15.00 Radio Canonica Belle Èpoque continua il progetto, promosso dal Museo Pietro Canonica, che ripercorre la vita dell’artista piemontese. Alle 17.00 di martedì Radio Civette presenta il videoracconto in cui si potrà seguire il passaggio della civetta attraverso il Medioevo. Un altro appuntamento della serie #ilmuseoincasa avrà come scenario il Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese e il dipinto di Giorgio de Chirico Mistero e malinconia di una strada – fanciulla con cerchio. Mercoledì 3 giugno torna il racconto a puntate #conNoilungoleMura sulla pagina Facebook del Museo delle Mura, con un nuovo appuntamento su Porta Pinciana dal titolo Il tinello de li gentil homini.

Giovedì 4 alle 15.00 è la volta di Una giornata di osservazione nella villa di S.E. il principe Torlonia, secondo episodio di racconti sul Casino Nobile di Villa Torlonia. Prosegue venerdì 5 anche la rubrica proposta dai Musei Capitolini Roma e gli altri. Voci di popoli. Questa puntata racconta l’Epitaffio di Menophilos, cantore greco d’Asia. Ed ancora venerdì alle 18.05 in occasione della partecipazione di Roma Capitale alla prima edizione nazionale de La Notte degli Archivi è previsto un video alle 18.05 sul tema di quest’anno: #women. Sulla pagina Facebook del Museo delle Mura. L’appuntamento con gli astronomi del Planetario di Roma prevede per mercoledì 3 Firmamento Neoclassico e venerdì 5 Bilancia e Scorpione. Inoltre, la prossima rubrica sulla pagina Facebook del Museo di Zoologia indagherà “Il mondo dei Mammiferi”: lunedì 1, mercoledì 3 e venerdì 5.

BIBLIOTECHE di ROMA. Mentre sta riprendendo la riapertura graduale di diverse Biblioteche in città (per info www.bibliotechediroma.it), Biblioteche di Roma celebra il 2 giugno con una serie di iniziative online: video-letture, testimonianze e recensioni con un’attenzione particolare al punto di vista delle donne di oggi e di allora. La Biblioteca Casa della Memoria e della Storia propone su Facebook, in collaborazione con Orecchio acerbo editore, un doppio contributo – una video-lettura e una video-recensione – dedicato a “Giovanna e i suoi re” di Lia Levi, albo illustrato, diventato un classico, che spiega con semplicità e leggerezza ai bambini com’è nata la Repubblica. Racconta il 2 giugno da una prospettiva femminile il film “Senza rossetto”, progetto di Emanuela Mazzina e Silvana Profeta che raccoglie le testimonianze delle donne chiamate al voto per la prima volta nel 1946. Sulla pagina Fb della Biblioteca, in collaborazione con Regesta.exe e AAMOD, sarà condiviso un link per accedere alla visione del film, accompagnato da un contributo delle autrici.

Per i più piccoli la Casa dei Bimbi presenta invece su Fb una bibliografia dedicata e video-letture tratte da “La Costituzione raccontata ai bambini” di Anna Sarfatti (Mondadori, 2006) e “Il principe e la Costituzione” di Stefano Bordiglioni (Emme Edizioni, 2009).

Oltre agli appuntamenti per celebrare il 2 giugno, riprende il progetto “Scelte di classe”, con la distribuzione a insegnanti e librerie del nuovo catalogo. Il volume, che raccoglie il meglio della letteratura per bambini e ragazzi, è consultabile online e a breve sarà disponibile nelle biblioteche riaperte.

Entra nel vivo anche l’impegno dei 15 circoli di lettura di Biblioteche di Roma che stanno leggendo i libri candidati al Premio Strega per essere pronti alla prima votazione del 9 giugno per la selezione della cinquina. Tra le iniziative digital lunedì, dalle 18.00, nuovo appuntamento con “Letture d’Oriente”. Si torna in Cina per parlare del libro “CDS – Cinese da strada” di Antonio Magistrale e Jacopo “Jappo” Bettinelli, edito da Orientalia. I video sono visibili sulla pagina Fb di Roma multietnica, della Biblioteca Mandela e di Biblioteche di Roma. Per gli appassionati di illustrazione da non perdere sulla pagina Fb dalla Biblioteca Mameli è la mostra virtuale “Parepop”, che raccoglie una selezione di opere dell’artista Marco Petrella. Mercoledì tornano le “Favole al telefonino” delle Mamme narranti di Andrea Satta: Roma multietnica propone su Fb alle ore 12.00 Elisabetta con la favola dei 7 cuori; mentre alle ore 15 Giorgio Scaramuzzino, attore e autore per ragazzi, racconta la storia di Macchietta. Giovedì alle ore 18.00 per “In diretta con l’autore”, presentazione online sulla pagina Fb di Biblioteche di Roma, del libro “Delitto Neruda” di Roberto Ippolito (Chiarelettere, 2020). Modera Giuliano Giubilei. Sabato è il giorno del doppio “Appuntamento con la scienza”, due dirette, in collaborazione con il CNR, sulla pagina Fb di Biblioteche di Roma: alle ore 11.00 “Draghi e stelle” con Licia Troisi, autrice fantasy, e Giada Rossi; alle ore 12.00 Vittorio Bo presenta “Cervello senza limiti” (Codice Edizioni, 2019) insieme all’autrice Johann Rossi Mason.

PALAZZO delle ESPOSIZIONI. Gli spazi del Palazzo delle Esposizioni sono di nuovo accessibili per visitare le mostre interrotte a seguito del lockdown. Al secondo piano in mostra Metropoli di Gabriele Basilico a cura di Giovanna Calvenzi e Filippo Maggia, che terminerà martedì 2 giugno. Dedicata a uno dei maggiori protagonisti della fotografia italiana e internazionale, l’esposizione è incentrata sul tema della città con oltre 250 opere in diversi formati datate dagli anni Settanta ai Duemila, alcune delle quali esposte per la prima volta. Al piano nobile è allestita la grande antologica su Jim Dine, realizzata con la collaborazione dell’artista e curata da Daniela Lancioni. La mostra, prorogata al 26 luglio, presenta circa 80 opere provenienti da collezioni pubbliche e private, europee e americane, oltre a una selezione di video interviste e un esaustivo apparato iconografico che restituisce la memoria visiva dei celebri happening raccontati dalla voce dello stesso Jim Dine. Con la pubblicazione di un nuovo video e di nuove immagini continua sul sito e sui canali social di Palazzo delle Esposizioni la mostra Condizione Assange. Quaranta ritratti di Miltos Manetas, ospitata presso la Sala Fontana. Il racconto si sviluppa dalla fase dell’allestimento all’arrivo delle opere, anche grazie al dialogo in più puntate in corso tra Cesare Pietroiusti e Miltos Manetas. Queste sono le uniche modalità per esplorare questa mostra, che rimane non visitabile fisicamente anche dopo la riapertura delle sale, per offrire una riflessione sulla condizione di isolamento che ha ci ha coinvolto negli ultimi mesi.

MACRO. Ibrido è la chiave dell’ottavo punto del manifesto di Museo per l’Immaginazione Preventiva che si sviluppa da questa settimana sui profili Instagram e Facebook del MACRO. Sul sito www.museomacro.it si possono ascoltare le prime puntate del podcast Dispatch, il bollettino sonoro del museo, mentre la sezione Extra presenta anticipazioni e approfondimenti sulla programmazione. Grazie all’opera Museum as Bureau of Communication creata da Olaf Nicolai per il MACRO, è inoltre ancora possibile inviare la propria cartolina d’artista. Basta indicare il messaggio e il destinatario, sarà poi il museo a scegliere l’immagine dell’opera che lo accompagnerà, facendo da mediatore. (Info per partecipare: https://www.museomacro.it/it/olaf-nicolai-museum-as-bureau-of- communication/

TEATRO di ROMA.  Con il palinsesto digitale #TdROnline  il Teatro ha preso la parola e la scena virtuale in questo tempo sospeso, scoprendo e proponendo un altro modo di stare insieme con la comunità di spettatori e utenti attraverso il dialogo diretto con artisti e pensatori.

Già dalla scorsa settimana, il programma i Dialoghi si è aperto a nuove conversazioni con docenti, intellettuali, architetti, autori e autrici, il cui pensiero è essenziale per nutrire la riflessione sul presente, sugli scenari che si stanno vivendo, sulle città, questo mercoledì 3 alle 19.00 il formato si amplia ancora, non più solo Giorgio Barberio Corsetti a colloquio con l’ospite, ma la conversazione si apre a due figure tra le più rilevanti del panorama culturale: Franco Farinelli, docente e studioso di geografia, cartografia e dei modelli di pensiero ad esse connesse, direttore del dipartimento di Filosofia e comunicazione dell’Università di Bologna e presidente dell’Associazione dei Geografi Italiani, e Sandro Mezzadra, professore associato di Filosofia politica presso l’Università di Bologna, la cui attività di ricerca si colloca sul confine tra la storia delle dottrine politiche, la filosofia politica e gli studi postcoloniali. Introdotti da Corsetti, i loro interventi esploreranno i significati del concetto di confine, le possibilità della mappa, le implicazioni filosofiche e politiche dei modelli di rappresentazione della realtà geografica. Il teatro ancora una volta si fa luogo dell’incontro e della scoperta, in un processo di immaginazione e ricostruzione del mondo il più possibile collettiva, plurale, polifonica. Proseguono, inoltre, le conversazioni con gli artisti della scena nazionale e internazionale: sabato 6 alle 21.00 Giorgio Barberio Corsetti dialoga con uno dei maggiori talenti internazionale, Alexander Zeldin, drammaturgo e regista anglo-russo, autore di un teatro carnale, emozionante, contemporaneo; con il suo realismo restituisce alla scena la natura tragica e miracolosa dell’esistenza raccontando l’epopea dei vinti e degli ultimi. Appuntamento settimanale con il Laboratorio Piero Gabrielli che giovedì 4 alle 16.00 attingendo dalla trama del Borghese gentiluomo, propone La lezione on-line del Signor Jourdain, una pillola video in cui si ipotizza che il protagonista della famosa commedia balletto di Molière, prenda lezioni dal Maestro di filosofia tramite la piattaforma ZOOM. Venerdì 5 alle 18.30 approda nella stazione intergalattica immaginifica di Gruppo_2020 On line il racconto della giovane autrice Emma Cori (21 anni) con Solitario, affidato all’interpretazione di Anna Mallamaci. Secondo episodio del quintetto di narrazioni fantascientifiche e orrorifiche ideate da un gruppo di giovani autori, tra i 13 ai 20 anni, in un progetto ideato e realizzato da lacasadargilla (Lisa Ferlazzo Natoli, Alessandro Ferroni) e Industria Indipendente. Storie e visioni per intercettare, con le parole d’invenzione, i paesaggi reali e immaginari che gli autori e le autrici percepiscono intorno al proprio presente e, letteralmente, davanti alle proprie finestre spalancate su un pianeta che oggi sembra ‘quasi’ alieno.

Al Teatro del Lido dal 1 al 7 giugno, per #TdLOnline, un cartellone ricco di proposte per tutte le età a cominciare da mercoledì 3 alle 17.00 con  la pillola di critica cinematografica a cura di Donato di Stasi dedicata a Il Conformista di Bertolucci. Giovedì 4 alle 19.00 per i Cartoncini animati di Francesco Picciotti, Il Cerchio di Gesso, ispirato a La storia della bambola abbandonata di Strelher. Venerdì 5 alle 19.00 per Roma: personaggi e interpreti con Marcello Teodonio e Stefano Messina, è la volta Er Passamano. Il Papa. Due gli eventi in collaborazione con RadiAttiva: sabato 6 alle 19.00 per le Conversazioni Resistenti, Chiara Becchimanzi intervista l’attore Marco Vergati; domenica 7 alle 17.00 per Le Interviste Possibili, Chiara De Angelis intervista Paolo Cesari, sull’albo illustrato L’ultimo Viaggio di Irène Cohen-Janca. E ancora, formazione, con la seconda parte di Bianco Teatro – Alfonsina e Il Circo – videolaboratorio per costruire un teatrino di carta giovedì 4 alle 16.00 e martedì 2 giugno alle 15.00 A raccontar le storie, laboratorio a cura di Corinna Bologna. Dal 3 al 17 giugno, Miaoart_Pixelpuzzle, una mostra da visitare online, con le opere prodotte dai bambini/e che hanno partecipato alla call Pixel Puzzle. Al Teatro Villa Pamphilj il palinsesto digital #TVPonline (sulle pagine social) propone mercoledì 3 alle 18.00 una pillola di Dieci storie proprio così – Terzo Atto per Il Palcoscenico della Legalità – storie 2.0 a cura di Emanuela Giordano e CO2. Giovedi 4 alle 18.30 per Dialoghi Mediterranei, Stefano Saletti è intervistato da Checco Galtieri, per parlare delle musiche e degli strumenti del Mediterraneo. Venerdì alle 15 #JAZZHOME Il jazz non sarà messo in quarantena, il diario nei giorni di isolamento della batterista Cecilia Sanchietti, e alle 18.00 Paolo Pecorelli e Checco Galtieri, in DIDATTICA, che spettacolo! a dialogo con Ada Montellanico. Sabato 6 alle 11.00 SING-A-LONG, inglese e musica per piccolissimi con Diego di Vella e Livia Adinolfi e alle 15.00 Anna Maria Piccoli in ANARCHY IN THE U KITCHEN con citazioni letterarie, musica dal vivo e… ricette per frittata. Domenica 7 alle 12.00 La Vignetta di Fabio Magnasciutti uno dei più apprezzati disegnatori per riflettere e sorridere con profonda leggerezza.

TEATRO dell’OPERA.  Il programma di Teatro Digitale dell’Opera si arricchisce di altri tre spettacoli, visibili dal 2 al 7 giugno in streaming gratuito. Si parte con La Cenerentola di Gioachino Rossini, grazie alla collaborazione con Rai Play visibile da martedì 2 giugno a venerdì 5 nel nuovo allestimento che nel 2016 ha segnato il debutto assoluto di Emma Dante al Teatro Costanzi. La regista palermitana, nel rileggere il dramma giocoso regala al pubblico uno spettacolo anticonvenzionale e dirompente, firmando una fiaba sui generis ispirata al Pop Surrealism. Sul podio il maestro Alejo Pérez.  Le scene sono di Carmine Maringola, i costumi di Vanessa Sannino, le luci di Cristian Zucaro e i movimenti coreografici di Manuela Lo Sicco. Dalle 20.00 di mercoledì 3 e sabato 6 viene trasmessa in prima assoluta in streaming sul canale You Tube del Teatro la Turandot di Puccini. Il nuovo allestimento andato in scena nel 2015 a Caracalla vede tre importanti debutti: del maestro Juraj Valčuha alla direzione dell’Orchestra dell’Opera, di Denis Krief su quel palcoscenico e al debutto romano, infine, anche il soprano svedese Iréne Theorin, tra le maggiori interpreti del ruolo di Turandot.  L’ultimo appuntamento della settimana è con una novità assoluta della stagione 2017/2018, Le nozze di Figaro di Mozart, visibile, grazie alla collaborazione con Rai Play da giovedì 4 giugno e domenica 7. Il nuovo allestimento fu molto atteso perché proseguiva il lavoro sulla trilogia Mozart/Da Ponte commissionato al regista britannico Graham Vick dal Teatro dell’Opera. Sul podio, e al fortepiano nei recitativi, il maestro Stefano Montanari. Insieme, direttore e regista sono riusciti a dare tutto il brio necessario alla “folle giornata” del più musicato dei barbieri! Sui profili social del Teatro sono disponibili interviste-video ai direttori, registi e interpreti, mentre da lunedì 1° giugno sul sito ufficiale è possibile riascoltare la Lezione di Opera di Giovanni Bietti dal titolo La Cenerentola – L’ultima opera buffa di Rossini. Alla programmazione si aggiungono i due appuntamenti settimanali con l’Opera in pillole mercoledì 3 giugno con Le melodie lunghe di Bellini’ sabato 6 con Verdi: Sinfonie e Preludi. La rubrica  nata ad aprile 2020 è frutto della maestria del musicologo Giovanni Bietti, uno dei più apprezzati divulgatori italiani e notissima voce radiofonica. In ogni “pillola” di poco più di dieci minuti, con un linguaggio semplice e accessibile, illustra i punti salienti di un viaggio nel meraviglioso mondo dell’opera. Per chi avesse perso gli appuntamenti precedenti, la rubrica “Opera in Pillole” completa è sempre disponibile online sul canale You Tube dell’Opera di Roma.

ACCADEMIA NAZIONALE di SANTA CECILIA.  È con Antonio Pappano e la “sua” Aida in live streaming su www.santacecilia.it e sui canali social dell’Accademia che si apre la settimana di appuntamenti dell’Istituzione.  Giovedì 4 giugno  alle 17.00 Pappano, in diretta dalla sua casa di Londra, conclude la sua analisi di Aida, il capolavoro di Verdi inciso per Warner Classics nel 2015 con Orchestra e Coro dell’Accademia e che vanta un cast stellare guidato da Jonas Kaufmann, Anja Harteros, Ekaterina Semenchuk e Ludovic Tezier. Si prosegue sempre giovedì 4 ma alle 19.30 con uno dei musicisti più versatili ed estrosi della scena internazionale, che passa con estrema duttilità dal repertorio classico sino al musical e al jazz. E’ Wayne Marshall, direttore d’orchestra, pianista, organista, che sale sul podio dell’Orchestra e del Coro dell’Accademia e della PMJO Parco della Musica Jazz Orchestra per dirigere alcuni tra i Sacred Concerts di Duke Ellington. Ospiti d’eccezione Fabrizio Bosso alla tromba e Petra Magoni (voce). I Sacred Concert rappresentano il punto culminante nell’iter artistico di Duke Ellington. Venerdì 5 alle 20.30 sempre Marshall dirigerà la Swing Symphony scritta da Wynton Marsalis nel 2010. Si tratta di una composizione in cui il ritmo trascinante dello swing sposa una struttura classica eseguita da un’orchestra sinfonica. Sabato 6 alle 18.00 Salvatore Accardo dirige la JuniOrchestra dell’Accademia alla Camera dei Deputati. Il Maestro oltre a dirigere esegue, accompagnato dalla giovane compagine, la Romanza in sol maggiore di  L. v. Beethoven. Partecipa al concerto la violinista Laura Gorna che esegue la Romanza in fa maggiore sempre di L. v. Beethoven. In programma, inoltre, l’Ouverture dalla Semiramide di Rossini, la Sinfonia n.1 di Beethoven e l’Inno alla Gioia dalla Sinfonia n.9  di Beethoven.

AUDITORIUM PARCO della MUSICA – FONDAZIONE MUSICA per ROMA. #AuditoriumLives prosegue il palinsesto online sui canali Facebook, Instagram, Twitter, Spotify, Telegram. Tra gli altri appuntamenti, lunedì la consueta rubrica Ascendenti Musicali. Mercoledì 3 rivivremo le Lezioni di Storia, un ciclo di lezioni dedicate alle grandi opere dell’uomo, dalle piramidi a Versailles, dal teatro alla Scala a Piazza San Marco. Giovedì 4 i podcast dei Dialoghi sul Diritto con la lezione dal titolo La sfida alla vita e alla salute di Daria de Pretis e Walter Ricciardi. Per il ciclo Lezioni di rock, venerdì 5, Ernesto Assante e Gino Castaldo ci condurranno alla scoperta del grande rock, da Elvis agli U2. La domenica sarà come sempre dedicata alla scoperta dell’Auditorium e dei suoi magnifici spazi, musei e sale.

CASA del CINEMA.  La settimana digital della Casa inizia già oggi, lunedì 1 giugno, con la rubrica I lunedì della Cineteca che ripropone l’incontro con Silvano Agosti. Martedì 2 giugno, torna Giorgio Gosetti con i suoi imperdibili consigli de La cineteca del direttore. Si comincerà alle 10.30 con il film Il Vento e il Leone di John Milius; si proseguirà poi giovedì 4 alle 10.30 con Amici miei di Mario Monicelli e domenica 7 alle 16.30 con Benvenuti al Sud di Luca Miniero. Sempre martedì 2 alle 16.30, per festeggiare il trionfo di Marco Bellocchio ai David di Donatello verrà riproposto l’incontro realizzato dall’Associazione 100autori per il ciclo Raccontare il cinema. Come nasce un film in cui Bellocchio racconta il making of del suo film Vincere. Tra gli appuntamenti del fine settimana: venerdì 5 la Casa festeggerà Stefania Sandrelli riproponendo alle 13.30 l’incontro in cui l’attrice raccontò il suo film da regista Christine, Cristina. Alle 16.30, per Cinema da leggere, Serafino Murri presenterà con un video messaggio il suo nuovo libro Sign(s) of the time. Pensiero visuale ed estetiche della soggettività digitale. Sabato 6 alle 11.00, per le Lezioni di Cinema del passato verrà riproposto l’incontro con James Ivory; alle 16.30, invece, in programma il terzo appuntamento con Cinema inCanto, a cura di Jonathan Giustini. Domenica 7 alle 11.00 tornerà il mondo del documentario con i consigli di Maurizio di Rienzo, curatore della rassegna ItaliaDoc, che parlerà di L’arte viva di Julian Schnabel di Pappi Corsicato.

FONDAZIONE CINEMA per ROMA. Prosegue con Backstage: il cinema e i suoi mestieri l’iniziativa che porta a scoprire, attraverso le voci dei più celebri professionisti del grande schermo, come nasce un film e che cosa c’è, oltre il talento, nel lavoro alla base di ogni opera cinematografica. Lunedì 1° giugno parlerà Maricetta Lombardo, tecnico del suono fra i più apprezzati e premiati in Italia, vincitrice di due David di Donatello e tre Nastri d’Argento. Mercoledì 3 sarà la volta di Leonardo Cruciano, fondatore della casa di produzione di effetti speciali Makinarium, che ha collaborato con registi del calibro di Ridley Scott, Michael Bay, George Clooney, Paolo Sorrentino e Danny Boyle. Venerdì 5 toccherà ad Andrea Occhipinti, uno dei più noti produttori e distributori cinematografici italiani, fondatore della Lucky Red. Tutte le clip saranno condivise alle 12.00 sul sito www.romacinemafest.org e attraverso i canali social della Fondazione @romacityfest. Giovedì 4 alle 12.00, sugli stessi canali, la Fondazione presenterà con il MAXXI l’ultima lezione per approfondire uno dei generi più frequentati on line, il video essay.

NUOVO CINEMA AQUILA.  Il #ildiariodellachiusura propone sui propri canali social Facebook e Instagram mercoledì 3 L’Aquila in pillole, brevi segnalazioni su film di ieri e di oggi particolarmente adatti al pubblico della sala: condividere informando e strappando un sorriso (l’ultima segnalazione ha riguardato ‘Cinque matti al supermercato’ di Claude Zidi) #laquilainpillole. Venerdì 5, come ogni Venerdì, disponibili per la pubblica visione i cortometraggi selezionati dallo staff, il tutto per la durata di una settimana; venerdì, per Il Maggio di Milano, la sezione dedicata ai lavori giunti dal capoluogo lombardo, sarà visibile Malo Tempo di Tommaso Perfetti #icortidellaquila  #aicorticiteniamo  #ilmaggiodimilano.

ROMAEUROPA FESTIVAL.  Dopo il successo dello streaming di Pina di Wim Wenders, venerdì 5 in occasione della giornata mondiale per l’ambiente si rinnova la collaborazione tra BIM Distribuzione, Romaeuropa e MYMovies per un nuovo appuntamento speciale questa volta con il film Ryuichi Sakamoto: Coda di Stephen Nomura Schible. In streaming su MYMOVIESLIVES alle 20.30 il film sarà anticipato da un talk con curatori, artisti e giornalisti per esplorare il tema del rapporto tra arte, tecnologia, natura e attualità e costruire un affondo nella musica del grande Maestro giapponese, più volte protagonista del Romaeuropa Festival fino all’indimenticabile live di chiusura del REf19. Proseguono gli appuntamenti sulla pagina Facebook del Romaeuropa per riscoprire la storia del festival attraverso interviste e materiale video. Martedì 2 giugno appuntamento con la regista Marleen Scholten e il suo Chi è il vero italiano?  Nell’intervista realizzata per l’occasione la regista racconta l’allestimento dello spettacolo andato in scena al Teatro Biblioteca Quarticciolo durante l’edizione 2017 del festival: la ricostruzione di una riunione di condominio a cui la Scholten a partecipato per indagare l’identità dei suoi concittadini italiani. Mercoledì 3 è il radicale coreografo Jan Martens a raccontare il suo The Dog Days Are Over presentato durante il REf16: otto danzatori per affrontare la platea attraverso un unico movimento, il salto, innervato in una complessa partitura corporea di geometrie e ritmo. Sforzo, superamento dei limiti, ma anche intimità e soggettività attraversano lo spettacolo. Ancora danza il sabato 6 con l’intervista al fiammingo Wim Vandekeybus e il suo racconto del riallestimento dello spettacolo cult In Spite of Wishing and Wanting presentato durante il Romaeuropa Festival 2016. In scena per la prima volta nel 1999, con le musiche create appositamente da David Byrne, e con un film surreale (The Last Words) ispirato a un racconto dell’autore argentino Julio Cortazar, lo spettacolo metteva in scena un cast di soli uomini per interrogare i temi del desiderio, del sogno e della passione.

Red