Home Notizie Cronaca Roma

Roma: l’Amministrazione punta sul Bilancio Partecipativo

Cittadini e Amministrazione sceglieranno come investire 20 milioni di euro per progetti di decoro urbano

SHARE
Piazza del Campidoglio Roma repertorio

IL BILANCIO PARTECIPATIVO

Dopo la prova generale portata avanti dal Campidoglio per l’utilizzo degli oneri della nuova Convenzione Urbanistica di piazza dei Navigatori, ora sarà il Bilancio Partecipativo dal Comune ad essere deciso online. I cittadini potranno decidere insieme all’Amministrazione capitolina come investire 20 milioni di euro del bilancio del Campidoglio, in progetti per il decoro urbano.

IL TEMA DEL 2019 È IL DECORO

Per questo primo anno il tema dei progetti che potranno essere finanziati è quello del decoro. Così la Sindaca Raggi ha spiegato l’iniziativa: “Oggi è un giorno importante nella storia dell’Amministrazione – dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi – perché Roma Capitale si dota di uno strumento che rende i cittadini coprotagonisti delle scelte che riguardano la loro città. Una parte dei fondi del bilancio sarà infatti destinata a progetti presentati da chi vive, studia o lavora nella Capitale. Progetti che, per quest’anno, riguarderanno il tema del decoro, ossia la cura dei quartieri in cui viviamo. Vogliamo così instaurare un meccanismo di cittadinanza attiva che non si limiti alla decisione su dove destinare le risorse dell’ente ma, attraverso la raccolta delle iniziative, spinga tutti a lavorare insieme per Roma”.

COME FUNZIONA LA PARTECIPAZIONE?

Il processo partecipativo si rivolge sia ai singoli cittadini, che potranno partecipare online attraverso il portale istituzionale, sia ai 15 Municipi che avranno la possibilità di presentare e sostenere progetti e organizzare incontri sul territorio con la cittadinanza. Dal 10 giugno al 15 luglio i cittadini residenti e i city user, che svolgono nel territorio romano un’attività di studio o lavoro, possono pubblicare sul sito di Roma Capitale le loro proposte di intervento, mentre possono sostenere quelle di loro gradimento fino 21 luglio. Le proposte che otterranno almeno il 5% dei sostegni complessivamente ricevuti da tutti i progetti che ricadono nello stesso territorio municipale passeranno alla fase successiva e verranno esaminate dal tavolo tecnico per una valutazione tecnico-finanziaria. Le proposte giudicate ammissibili saranno sottoposte a consultazione e voto online dal 12 al 21 ottobre. La presentazione delle proposte da parte degli organi municipali è possibile fino al 15 settembre. A questi progetti è riservato circa il 20% dei fondi destinati per ogni territorio. Sono previste risorse specifiche premianti, finalizzate alla realizzazione dei progetti nei territori in cui è stata registrata una più alta partecipazione.

Red