Home Notizie Cronaca Roma

Stadio della Roma: per l’AS Roma non ci sono più le condizioni

Passo indietro della società Giallorossa sul progetto di Tor di Valle. Il CdA vuole valutare altre possibilità

SHARE

ROMA – Non esistono più i presupposti per proseguire con il progetto del nuovo Stadio della Roma così come lo conosciamo. È questo quanto emerso dalla nota diffusa nella serata di oggi dal Consiglio di Amministrazione della AS Roma in merito al progetto di Tor di Valle.

LA DECISIONE DEI GIALLOROSSI

In particolare si legge che “Il Consiglio di Amministrazione dopo aver esaminato le analisi svolte dagli advisor in merito alle condizioni finanziarie, economiche, giuridiche e fattuali del progetto e del relativo proponente, ha preso atto che tali condizioni impediscono di procedere ulteriormente. Il Consiglio di Amministrazione ha constatato, inoltre, che anche la pandemia ha radicalmente modificato lo scenario economico internazionale, comprese le prospettive finanziarie dell’attuale progetto stadio“.

DONAZIONE URLO-1

SI VALUTANO ALTRE IPOTESI SENZA ABBANDONARE TOR DI VALLE

Nonostante le difficoltà la Società Giallorossa non starebbe abbandonando l’idea di realizzare uno stadio, né avrebbe accantonato l’ipotesi di farlo a Tor di Valle: “Tale decisione – si legge nella nota dell’AS Roma – è stata presa dal Consiglio di Amministrazione nell’interesse della Società, ricordando che la stessa sarebbe stata la mera utilizzatrice dell’impianto, ed è stata comunicata all’Amministrazione di Roma Capitale in data odierna. Ciò posto, la Società conferma l’intenzione di rafforzare il dialogo con l’Amministrazione di Roma Capitale, la Regione e tutte le Istituzioni preposte, le Università di Roma e le Istituzioni sportive, per realizzare uno stadio verde, sostenibile ed integrato con il territorio, discutendo in modo costruttivo tutte le ipotesi, inclusa Tor di Valle, e valutando tutte le possibili iniziative a tutela degli interessi della Società, di tutti i suoi azionisti e dei suoi tifosi“.

LA REPLICA DEL CAMPIDOGLIO

Secca la replica del Campidoglio, con la Giunta Raggi costretta ad incassare il passo indietro dei Giallorossi a pochi mesi dalle elezioni: “Prendiamo atto della decisione presa autonomamente questa sera dal Cda dell’A.S. Roma in merito al progetto per la realizzazione dello stadio a Tor di Valle. Si tratta di una valutazione imprenditoriale”. Poi si corre ai ripari, cercando di limitare le ricadute di questa vicenda: “Rassicuriamo i cittadini che le opere pubbliche previste, come il potenziamento della ferrovia Roma-Lido e la realizzazione del Ponte dei Congressi, verranno portate avanti dall’Amministrazione capitolina”.

LeMa