Home Municipi Municipio VIII

Polo Natatorio, Catarci: “Ripartono i lavori… ma sorgeranno nella terra di nessuno”

SHARE

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Andrea Catarci, Presidente del Municipio XI, sul Polo Natatorio a Valco San Paolo.

“Il Polo natatorio di Valco San Paolo, inaugurato per i mondiali di nuoto del 2009, utilizzato per circa un mese in quell’estate di 3 anni fa e poi abbandonato al degrado in cui versa tutt’oggi, verrà completato entro l’estate.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI

“Dopo aver eseguito il collaudo statico ed aver sottoposto la struttura alle prove antisismiche, di cui il Municipio ha preso visione, l’Unità Tecnica di Missione (UTM) della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha selezionato un nuovo soggetto economico per terminare l’opera, rinunciando alla realizzazione della foresteria. Si provvederà a ripristinare gli impianti, a mettere in sicurezza il complesso, a risistemare le piscine e gli altri spazi sia interni che esterni. Il Polo natatorio, destinato alla gestione della Federazione Italiana Nuoto (FIN), sorgerà però nella terra di nessuno. “

“L’area ha bisogno di importanti e numerosi lavori di riqualificazione, già proposte dal Municipio XI e dalle Associazioni territoriali come opere a scomputo legate alla realizzazione del Polo. Si tratta di interventi al tessuto urbano e paesaggistico che vennero accettati a parole dal Commissario Straordinario per i Mondiali di Nuoto e dalla Giunta Alemanno ma che poi non sono stati mai eseguiti: il completamento dei lavori per la riqualificazione di Lungotevere Dante, da Ponte Marconi a via Parravano, la creazione di alcune aree verdi per migliorare la fruibilità della zona, mettendo in risalto le specificità ambientali e paesaggistiche dell’ansa del Tevere, la realizzazione di un percorso ciclabile.”

“Infine, si tiene ogni fine settimana un mercato abusivo di vaste dimensioni che impedisce di fatto l’accesso alla piscina, e di cui ormai è irrimandabile la sua delocalizzazione – conclude Catarci -, ma da anni l’attività va avanti, malgrado le richieste di intervento avanzate dal Municipio XI e le dichiarazioni di impossibilità ad intervenire con azioni di forza rilasciate a più riprese dal Gruppo Territoriale di Polizia Locale”.