Home Notizie Città Metropolitana

Fermata Divino Amore, la vicenda arriva in Comune

L'attesa è per l'espressione della Commissione Mobilità e dell'Assemblea capitolina

SHARE

FALCOGNANA – Ancora un nuovo passaggio per la realizzazione della fermata ferroviaria Divino Amore. Questa volta la vicenda, ampiamente discussa nel Municipio IX, e che vedrebbe tutte le forze politiche concordi nel decretare l’utilità dell’intervento, arriva in Commissione capitolina Mobilità.

LA VICENDA – Una fermata in questa zona è stata attiva fino agli anni ’60. L’infrastruttura ha funzionato per circa 35 anni, poi si è preferito investire sul trasporto su gomma, capace di arrivare più capillarmente nelle zone periferiche, quindi la Stazione è stata rimossa. Nel 2006 (14 febbraio), all’interno del Protocollo d’Intesa stipulato tra la Regione Lazio e RFI (Rete Ferroviaria Italiana), era stato inserito questo progetto, successivamente confermato in una serie di incontri tra il Municipio IX e RFI. Nel 2010 (23 luglio) veniva addirittura messo nero su bianco: l’intervento avrebbe avuto un costo di circa 2 milioni di euro e una durata di 18 mesi. Poi, come spesso accade, silenzio. Così nel 2014 il Municipio votava un atto che impegnava la Giunta ad attivarsi presso Roma Capitale, Regione Lazio e Ferrovie dello Stato (di cui fa parte RFI) per sbloccare la situazione. Ma anche in questo caso l’iter sembrava essersi bloccato.

I PASSAGGI IN REGIONE E MUNICIPIO – Questa tematica non è certamente nuova all’interno delle istituzioni. In Regione Lazio l’infrastruttura è stata riconfermata a febbraio 2018 nell’accordo di programma con RFI. Inoltre negli scorsi mesi gli esponenti municipali e regionali di Fdi si sono recati dall’Assessore regionale Alessandri per comprendere quale sia la volontà della Pisana. Quanto riferito dopo quell’incontro faceva ben sperare sulle possibilità di realizzazione. Veniva spiegato che si sarebbero dovuti fare ulteriori passaggi con RFI ma che c’è l’intenzione della Regione Lazio di finanziare e progettare l’opera tra il 2019 e il 2021. Anche in Municipio IX ci sarebbe accordo unanime sulla realizzazione, così come richiamato dalla risoluzione votata in Consiglio municipale lo scorso anno. “Crediamo a questo punto che sia necessario anche un pronunciamento della Commissione Mobilità e dell’Assemblea capitolina attraverso un documento politico che indichi chiaramente la volontà”, hanno commentato il Consigliere comunale di Fdi, Andrea De Priamo e quello municipale, Massimiliano De Juliis.

LA COMMISSIONE COMUNALE – È proprio la richiesta di esprimersi sul progetto che gli esponenti locali di Fdi hanno portato in Commissione capitolina Mobilità. “Dobbiamo constatare che, da oltre tre anni, purtroppo l’amministrazione comunale non ha fatto particolari passi in avanti su questo importante intervento atteso da anni – spiegano i Consiglieri – Alla presenza dei Comitati di Quartiere del quadrante del Divino Amore, abbiamo però visto la disponibilità ad approfondire la problematica da parte della Commissione Mobilità, anche in virtù di chiarimenti richiesti dall’Assessorato a RFI in materia”. Vedremo se nei prossimi mesi anche dal Comune ci sarà una presa di posizione in merito a questa progettualità e, allo stesso tempo, se ci saranno notizie favorevoli da parte della Regione Lazio.

Leonardo Mancini