Home Cultura Teatro

La stagione “NON” teatrale del Teatro Argot Studio

Il fatto è che l’estrema novità dell’Argot Teatro consistette, vent’anni fa e in appresso, nel mescolare con avvedutezza le carte per far sì che il teatro diventasse un’attività creativa e consorziale spontanea (o quasi) contro lo stress del formalismo quotidiano, non dando regole ma istituendo un terreno neutro ospitante o negante tutte le regole”, così Rodolfo di Giammarco descriveva il Teatro Argot Studio per il ventennale della sua nascita e ancora oggi, anzi forse soprattutto oggi, alla vigilia di una rivoluzione comunicativa e dopo un anno e mezzo di triste chiusura, quella grande e costante ricerca di novità è ancora l’ingranaggio che muove il motore, la scintilla che genera il cortocircuito. Sì, perché Cortocircuito è il nome, ormai da qualche anno, del cartellone del Teatro Argot Studio, che prova a ripartire, dichiarando subito, che anche questa «NON è una stagione teatrale», ancora lontano dalla normalità dopo un anno e mezzo che ha stravolto interamente la vita di chi lavora e vive di teatro, di palcoscenico, di laboratori, di battute e sipari. Ora il Teatro Argot Studio raccoglie quello che ha seminato l’anno scorso, in quell’anno così complicato ma, e lo scopriremo meglio da qui in poi, molto fertile per chi l’arte la fa davvero e ricerca sempre un motivo per guardare avanti in modo più consapevole; esattamente come è successo all’Argot, che nel 2020 si è trasformato in un laboratorio, un piccolo centro di produzione, in cui sono stati creati dieci spettacoli che verranno messi in scena, appunto, quest’anno. Il bambolo, ET- L’incredibile storia di Elio Trenta e L’uomo dal fiore in bocca sono solo alcuni degli spettacoli in cartellone, di un teatro che è ormai una fucina di idee e di progetti e che oltre al cartellone vedrà laboratori e corsi alternarsi nella propria agenda. Proprio per via di questo clima sempre alla ricerca dell’innovazione, gli appuntamenti saranno decisi mese per mese e saranno comunicati tramite i canali social e il sito internet.

Teatro Argot Studio

Ads

Via Natale del Grande 27 – 00153 Roma (Trastevere)
Tel. 06.5898111 – info@teatroargotstudio.com

teatroargotstudio.com

Marco Etnasi

Previous articleMunicipio XII: la Caserma Bellosguardo torna al Demanio
Next articleMunicipio IX: sulla sicurezza di Vigna Murata si punta all’accordo tra maggioranza e opposizione