Home Cultura Cinema

Parte al Laurentino la rassegna ‘Elsa sotto le stelle’

L’iniziativa del cinema all’aperto durerà fino a novembre

SHARE
2centroelsamorante d0

LAURENTINO – È stato inaugurato il 29 settembre (e durerà fino al 5 novembre) il cinema all’aperto presso il Centro Culturale Elsa Morante al Laurentino. La manifestazione dal nome ‘Elsa sotto le stelle’ è presentata dall’associazione La Mimosa è risultata vincitrice dell’Avviso Pubblico “Estate Romana 2020 – 2021 – 2022” e fa parte della programmazione ROMARAMA, il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale.

LA RASSEGNA ‘ELSA SOTTO LE STELLE’

Cinque le aree tematiche previste nella rassegna: lunedì sarà il giorno del “Cinema indipendente”, martedì per “Sguardi” pellicole per stimolare la riflessione e il confronto su tematiche sociali, mercoledì “I classici”, il giovedì “Cinema d’autore”, venerdì “Ridere”. Dal 27 ottobre al 2 novembre i film presentati nell’”Human Right Film Festival” si occupano di diritti umani. “Dal classico all’indipendente fino ai cortometraggi di giovani registi, l’Elsa Morante si propone come luogo che dia nuovo valore alla fruizione del cinema su grande schermo. interessi e punti di vista”, affermano gli organizzatori.

LA POLEMICA

Naturalmente non sono mancate le polemiche indirizzate al Municipio IX da parte del consigliere della Lega, Piero Cucunato: “Dopo il flop dedicato al relax e al fitness, con tanto di ombrelloni e sdraie per i cittadini e i residenti al centro Elsa Morante al Laurentino, adesso arriva il cinema all’aperto in pieno autunno – ha commentato il consigliere – Vedere un film sotto la pioggia che imperversa in questi giorni non solo e più romantico, ma garantisce il passaggio diretto dalla visione del film alla quarantena per l’influenza”. E ancora: “L’ennesima scelta sciagurata di una giunta del M5S, che mortifica le associazioni del nostro territorio e la storia culturale del nostro Municipio – sostiene il Consigliere Cucunato – Era già una forzatura aver portato in un posto di cultura come il Centro  Elsa Morante uno stabilimenti urbani di città, poi diventato un flop e uno spreco di risorse, figuriamoci  fare cinema all’aperto in autunno, di notte e per giunta con la diminuzione delle temperature e l’aumento dei casi di Covid 19 oltre alla presenza della prima  influenza stagionale”.

Red