Home Municipi Municipio VIII

Il Municipio VIII boccia il progetto finanziato con le restituzioni dei parlamentari 5Stelle

M5s Municipio VIII: “Questa iniziativa ha come unica pecca quella di provenire dal M5s”

SHARE

MUNICIPIO VIII – Il Consiglio del Municipio VIII ha bocciato un atto dell’opposizione. Fin qui nulla di strano, capita sovente infatti che gli atti presentati dai consiglieri di minoranza non trovino il consenso delle forze di maggioranza e che quindi vengano bocciati. Ma in questo caso ad essere stato penalizzato non è il tema dell’atto quanto la provenienza dello stesso: il M5s.

IL PROGETTO FACCIAMO ECOSCUOLA

Il documento in questione chiedeva al Presidente e agli organi competenti di mettere a conoscenza gli istituti scolastici del progetto ‘Facciamo Ecoscuola’. Iniziativa con un budget di oltre 260.000 euro per le Scuole del Lazio da utilizzare per finanziare idee progettuali in tema di sostenibilità ed educazione ambientale, oltre che per la riduzione dell’impronta ecologica degli istituti. Un progetto lodevole ma a renderne difficile l’approvazione è stata certamente la provenienza dei fondi. Il totale stanziato per questo progetto infatti è di oltre 3 milioni di euro suddiviso per tutte le Regioni Italiane e proveniente dalle restituzioni di parte degli stipendi di Deputati e Senatori del M5s.

LA REAZIONE DEL M5S

I consiglieri municipali del M5s hanno immediatamente voluto denunciare la bocciatura del loro atto: “Questa iniziativa ha come unica pecca quella di provenire dal M5s – spiegano gli esponenti grillini – Inutile dire che l’atteggiamento tenuto dai Consiglieri Municipali del M5S nei confronti delle proposte della maggioranza, che andavano a favore del territorio, è sempre stato positivo e favorevole. Questo perché il M5S ha sempre avuto a cuore l’interesse dei cittadini indipendentemente da chi proponesse un’iniziativa. Non si può dire lo stesso di Ciaccheri e della sua maggioranza – aggiungono – che con questa bocciatura hanno dimostrato di essere più attenti alle strategie politiche piuttosto che ai vantaggi che il progetto avrebbe potuto portare agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado su tutto il territorio dell’VIII Municipio”.

Red