Home Notizie Cronaca Roma

Ottavo Colle: il parco del Tintoretto è ancora un cantiere, il Municipio chiede chiarezza

La strada a 4 corsie non si farà, ma l’area verde è ancora interdetta e oneri risparmiati restano inutilizzati

SHARE

OTTAVO COLLE – Nel quartiere di Ottavo Colle, in corrispondenza di via Vigna Murata, proseguono i lavori per la realizzazione del secondo store romano di Esselunga. Un progetto figlio del Programma di Trasformazione Urbanistica Vigna Murata che prevedeva, oltre al centro commerciale, la costruzione di alcuni edifici residenziali, un asilo e una strada di collegamento a 4 corsie che avrebbe devastato il Parco del Tintoretto. Nel novembre del 2019, a seguito delle molte proteste del Municipio VIII e dei cittadini della zona, anche il Campidoglio si è schierato contro la costruzione della strada, votando all’unanimità una Delibera per rivedere la Convenzione urbanistica, stralciando l’opera. Al momento infatti si è in attesa di una variante che metta definitivamente in salvo il parco.

IL PARCO ANCORA INTERDETTO

Intanto però il Parco del Tintoretto resta ancora un cantiere. Dalla recinsione sono ben visibili le trincee scavate per le indagini archeologiche e i fori per i carotaggi, mentre l’erba alta sta pian pano ricoprendo tutto. Purtroppo nonostante sul versante di via Vigna Murata i lavori proseguano alacremente, sul ripristino del parco non sembrano esserci novità. Per questo questa mattina in Municipio VIII è stata convocata una seduta della commissione Urbanistica alla presenza del consigliere comunale del M5s Carlo Maria Chiossi, presidente della stessa commissione a livello capitolino.

SI FACCIA CHIAREZZA SU TEMPI E ONERI

A convocare la seduta è stato il consigliere Pd e presidente di commissione Luca Gasperini: “Anche con la partecipazione dei comitati abbiamo richiesto che il Comune si faccia promotore delle esigenze del territorio – spiega Gasperini – Intanto servono tempi certi per la sistemazione del parco e per la sua riapertura. Una volta raggiunta la salvaguardia non è possibile che l’area verde resti interdetta per tutto questo tempo. Inoltre vogliamo che i fondi risparmiati dalla costruzione della strada vengano utilizzati al più presto per opere sul quadrante”. Il consigliere Gasperini, raggiunto telefonicamente, si è detto pronto a riconvocare nuovamente una commissione su questo tema se non ci saranno risposte certe sui tempi e sull’impiego delle risorse.

UN TAVOLO PER LE OPERE DA REALIZZARE

Anche il Presidente del Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri, è intervenuto sulla vicenda a margine della commissione: “Stiamo attendendo dal Campidoglio che ci siano le modifiche sostanziali sulla Delibera della Convenzione – afferma – Ci aspettiamo che dagli uffici centrali si dia seguito a quanto necessario per le operazioni di tutela e valorizzazione dell’area verde, per restituire un giardino attrezzato alla cittadinanza”. Inoltre resta aperta la vicenda degli oneri, circa 8,5 milioni di euro risparmiati stralciando la strada a quattro corsie che dovrebbero ricadere sul territorio: “Chiediamo che l’Assessore Montuori assieme a tutti i dipartimenti competenti convochino un tavolo di lavoro con il Municipio, per l’integrazione della convenzione e la disciplina dello stanziamento delle somme economiche collegate alla convenzione da trasformare in opere pubbliche per tutto il territorio coinvolto”, conclude Ciaccheri.

GLI ALBERI TAGLIATI

Nelle ultime settimane non sono mancate le segnalazioni di comitati e cittadini per il taglio di parecchi pini nello spartitraffico centrale di via Vigna Murata. L’intervento, probabilmente legato alla nuova viabilità da realizzare per il centro commerciale, non è passato inosservato: “Con le segnalazioni dei cittadini abbiamo immediatamente interessato il Dipartimento Ambiente – ha spiegato al nostro giornale l’assessore all’Ambiente del Municipio VIII, Michele Centorrino – anche se gli abbattimenti risultassero necessari siamo pronti a chiedere le dovute compensazioni”. Nuove piantumazioni quindi, magari proprio nel parco del Tintoretto da ripristinare.

LeMa