Home Notizie Città Metropolitana

Corviale, buone notizie per la scuola Mazzacurati: finita la prima fase dei lavori

Dopo anni di attesa, una diffida dei residenti e sollecitazioni delle opposizioni in Municipio, il Campidoglio annuncia che una parte della struttura riaprirà in questi giorni

SHARE

Tratto da Urlo n.182 Settembre 2020

CORVIALE – “Si è conclusa la prima fase dei lavori nella scuola Mazzacurati, nel quartiere di Corviale. Sono 17 le aule pronte e a disposizione delle scuole secondarie dei Municipi XI e XII, qualora ne facciano richiesta per aumentare gli spazi e garantire così il rispetto del distanziamento fisico tra gli studenti, previsto dalle disposizioni anti-Covid. In alternativa, le aule verranno messe a disposizione del Ministero dell’Istruzione per analoghe necessità degli istituti statali”. Così la nota del Campidoglio diffusa il 4 settembre e che fa ben sperare i cittadini dei Municipi XI e XII della Capitale.

IL COMPLESSO SCOLASTICO

Dopo tanta attesa dunque, il plesso ‘Marino Mazzacurati’, appartenente all’Istituto Comprensivo Statale ‘Fratelli Cervi’ e ultimato nel 2018, potrebbe finalmente tornare a disposizione dei ragazzi di Corviale, Ponte Galeria e Piana del Sole, anche se parzialmente e solo per gli studenti della scuola secondaria. Il complesso, che prevede di ospitare un nido, una materna e le scuole elementari e medie, è infatti atteso da anni dai cittadini del quartiere, i quali a maggio hanno anche presentato una diffida all’amministrazione comunale. L’intento era ovviamente quello di sollecitare l’amministrazione all’apertura, sia in vista delle nuove esigenze dovute all’emergenza Covid-19, ma anche e soprattutto per criticità logistiche che i cittadini dei quartieri coinvolti lamentano da anni.

L’AUMENTO DELLA POPOLAZIONE

L’aumento della popolazione di Corviale, Ponte Galeria e Piana del Sole è infatti stato del 120 per cento negli ultimi dieci anni. Basti pensare che nella sola zona di Casetta Mattei sono sorti più di 700 appartamenti abitati da famiglie giovani con figli in età scolare, e l’Istituto Comprensivo ‘Fratelli Cervi’, composto attualmente da due sedi, una a Casetta Mattei e una a Ponte Galeria-Piana del Sole, ha esaurito da tempo le aule disponibili. Motivo per cui le famiglie, che non hanno visto accolte le domande di iscrizione per i propri figli, si sono trovate costrette negli ultimi anni a rivolgersi al Comune di Fiumicino o Fregene. Situazione a dir poco paradossale e che ha provocato non poca rabbia tra i residenti, considerato che una struttura disponibile nella zona esiste da anni, ed anche all’avanguardia.

LE REAZIONI

“Accogliamo con soddisfazione la notizia che una parte della scuola di via Mazzacurati potrà aprire per l’inizio dell’anno scolastico accogliendo così altri alunni, anche se le 17 aule serviranno per le sole classi della secondaria mentre la direzione scolastica dell’Istituto comprensivo ‘Fratelli Cervi’ aveva chiesto aule per il tempo pieno. In questo modo avrebbero potuto organizzarsi meglio per la gestione delle entrate e delle uscite, alleggerendo le presenze e dividendole su più plessi. Nelle settimane scorse avevamo raccolto le lamentele e le preoccupazioni del dirigente scolastico di fronte alla mancanza di risposte e di atti concreti da parte del Campidoglio per la riapertura, e da subito ci siamo attivati richiamando l’Amministrazione a mantenere gli impegni presi e a garantire l’apertura di una scuola ad oggi fondamentale per il nostro quadrante. Pertanto siamo soddisfatti a metà, in quanto la risposta del Campidoglio non corrisponde pienamente alle esigenze: noi continuiamo a chiedere che siano completati al più presto tutti i lavori, rendendo completamente funzionante e utilizzabile la nuova struttura. Non si possono accettare ulteriori ritardi”: è quanto dichiarano Federico Rocca, responsabile romano enti locali Fdi, e Valerio Garipoli, già consigliere di Fdi in Municipio XI.

Ad intervenire anche la consigliera municipale del Pd, Giulia Fainella: “La vicenda della scuola Mazzacurati a Corviale ha davvero dell’assurdo. Di fatto, dopo anni di illusioni e dopo averne annunciato l’apertura per settembre 2020, la Raggi ancora non riesce a consegnare alla nostra comunità un progetto già realizzato. Dal punto di vista politico, sottolineo la totale assenza di una guida a livello municipale. Torelli sfiduciato, e poi a forza rimesso in ruolo dalla Raggi, non ha alcuna capacità di interlocuzione con l’amministrazione e senza sollecitare i problemi del territorio il municipio resta privo di governo e i cittadini sono lasciati troppo soli”. Mentre Daniele Catalano, già Capogruppo Lega Municipio XI, Enrico Nacca, Lega Salvini Municipio XI, e Alessandra Costantini, Lega Roma, puntualizzano: “Auspichiamo che l’apertura annunciata dal Campidoglio della scuola venga fatta con tutti i crismi mettendo al primo posto la salute dei bambini e dei docenti. Qualora venisse aperto il plesso sarebbe sicuramente una bellissima notizia per il quadrante ma auspichiamo che il carattere d’urgenza del momento non vada ad incidere sul diritto allo studio”.

Marta Dolfi