Home Municipi Municipio XI

Dal centrosinistra in Municipio XI e XII si torna a chiedere un tavolo sul futuro del Forlanini

Dopo le notizie sulla possibilità che l’ex nosocomio ospiti il Politecnico universitario di Roma, i due candidati presidente del Centro Sinistra, Gianluca Lanzi e Elio Tomassetti, tornano a chiedere certezza per il futuro della struttura

Forlanini 154 - Febbraio 2018

FORLANINI – Nelle scorse settimane è stata resa pubblica l’idea di realizzare quello che è stato (almeno provvisoriamente) chiamato il Roma Technopole all’interno degli spazi dell’ex Ospedale Forlanini. Si tratterebbe di un’idea, lanciata da Unindustria Lazio, per dotare anche la Capitale di un suo Politecnico in collaborazione con la Regione. Si è anche parlato già di fondi, con un investimento inziale che si aggirerebbe sui 560 milioni di euro fino al 2026 e l’idea di partecipare ai bandi per i fondi del Recovery Plan. Sulla struttura, l’ex Ospedale Forlanini, dovrebbero ricadere 100 milioni di euro solo per la riqualificazione. Questo progetto vedrebbe coinvolti anche i tre principali atenei della Capitale, con l’intento di completarne l’offerta formativa.

I PROGETTI IN CORSO SULLA STRUTTURA

Naturalmente sulla struttura dell’ex Ospedale Forlanini pesano già da tempo diverse progettualità già scartate (far diventare i padiglioni sede per le ONG internazionali) o tutt’ora in fare di progettazione (la candidatura per l’Agenzia Europea della ricerca biomedica). Sono in corso anche altri progetti che presto vedranno la conclusione, come la realizzazione di una Caserma dei Carabinieri. Così dai territori su cui insistono i padiglioni dell’ex nosocomio, si punta a fare ordine e a chiedere maggiore coinvolgimento.

Ads

UN TAVOLO PER IL FORLANINI

Sono i due candidati presidenti per il centrosinistra, Gianluca Lanzi e Elio Tomassetti, rispettivamente in Municipio XI e Municipio XII, a cercare di fare maggiore chiarezza: “Apprendiamo dai media l’ipotesi di destinare il Forlanini al Politecnico universitario di Roma. Negli ultimi anni si sono rincorse varie ipotesi sulla destinazione di un bene di pregio incredibile che le romane e i romani attendono di veder riqualificato – affermano i due esponenti del Pd – Grazie all’impegno della Regione Lazio è già in corso un progetto per il recupero di una delle due palazzine del complesso che affacciano sulla Portuense che nei prossimi mesi sarà completata e ospiterà una caserma dei Carabinieri. Molte le azioni e le idee lanciate dalla cittadinanza che devono avere ora ascolto insieme all’istituzione per creare una sintesi. Chiediamo così di istituire subito un tavolo con Comune e Regione, che coinvolga i Municipi 11 e 12, per arrivare a un progetto unitario e condiviso. Occorre farlo subito, tenendo conto anche dell’impegno profuso negli ultimi anni da parte di comitati, associazioni sindacali come la CGIL o realtà come il Coordinamento per il Forlanini Bene Comune che in questi anni hanno lavorato cercando di trovare soluzioni utili e condivise, evitando così le assurde speculazioni delle destre che non hanno alcun progetto concreto per il futuro dell’ex Forlanini e diffondono informazioni prive di significato”.

Red

Previous articleCovid-19: nel Lazio i nuovi casi sono 51, rafforzati i controlli in vista di Inghilterra-Ucraina
Next articleRoma: arrivano 15 compostiere elettromeccaniche