Home Municipi Municipio XI

Scuola di via Pensuti: a che punto è la situazione?

Il cantiere è fermo da anni ma la nuova amministrazione assicura una ripartenza

Tratto da Urlo n.199 marzo 2022

MURATELLA – Sono 15 anni che Muratella aspetta la realizzazione della scuola di via Pensuti, che dovrebbe ospitare 3 classi di nido e 3 di materna. Dal 2017 i lavori sono fermi ma la nuova amministrazione ha assicurato attenzione verso la vicenda con l’obiettivo che l’opera venga completata. Il 10 febbraio scorso in Consiglio del Municipio XI è stata approvata una mozione che impegna Giunta e Presidente ad intervenire presso la competente struttura comunale affinché sia riavviato il percorso necessario per la ripresa del cantiere.

Ads

LA STORIA

I lavori per la realizzazione della scuola di via Pensuti iniziarono nel 2007, in corso d’opera però la ditta incaricata fallì e i lavori furono interrotti. Seguirono anni di stallo e nel 2013, dopo una valutazione dello stato delle opere (incomplete) realizzate, venne presa la decisione di procedere alla demolizione e alla ricostruzione della struttura, secondo un nuovo progetto la cui approvazione richiese tempi lunghi. Solo nel 2016 i lavori ripresero e andarono avanti fino a metà 2017, quando si interruppero nuovamente: un problema amministrativo legato al mancato spostamento di alcune somme inutilizzate dal 2016 al 2017 (anni tra i quali erano stati ripartiti i fondi) determinò un nuovo stop al cantiere che da quel momento è fermo. Nel 2019 una speranza di ripresa si era intravista con l’annuncio dello stanziamento, con una variazione di bilancio, di 1,4 milioni di euro per il completamento dell’opera, i lavori però non sono mai ripartiti. Oggi i fondi sono assenti dal bilancio ma da quello che sappiamo il SIMU (dipartimento dell’Assessorato ai Lavori Pubblici capitolino competente sulla scuola) sta rivedendo il progetto per adeguarlo alle attuali normative al fine di riprendere le opere.

OGGI

Comunque Municipio e Comune hanno tutto l’interesse affinché i lavori ripartano e la scuola venga completata, ne abbiamo parlato con la nuova Assessora all’Edilizia scolastica del Municipio XI, Claudia Bruschi: “Quella di via Pensuti è un’opera che ha alle spalle un percorso complesso. La scuola è un progetto 0-6 anni, molto interessante e attuale. Stiamo lavorando per iniziare un confronto con il SIMU e l’Assessorato ai Lavori Pubblici capitolino in modo da organizzare a breve un incontro per imprimere una nuova spinta alla realizzazione della scuola. Il potenziamento dei servizi educativi è una nostra priorità: l’opera deve essere finita e aperta. Un progetto 0-6 anni a Muratella è importate per andare incontro alle esigenze di quel territorio e per offrire pari opportunità educativa alle bambine e ai bambini che nascono e crescono in quel quadrante”, ha concluso l’Assessora.

L’OPPOSIZIONE

Abbiamo parlato della questione anche con Luca Mellina (M5S), oggi consigliere municipale e nel corso della passata consiliatura Assessore competente, che auspica che l’opera sia realizzata al più presto: “Dopo lo stanziamento dei fondi nel 2019, ufficio tecnico e SIMU hanno ravvisato problematiche di ordine tecnico che hanno impedito la ripresa dei lavori. Ritengo che l’opera sia molto importante per il territorio. Ho quindi presentato un’interrogazione in Consiglio per avere contezza degli atti effettuati dalla Giunta per sollecitare la ripresa del cantiere”. “La storia della scuola di via Pensuti è una delle tante vergogne del nostro Municipio” hanno detto gli esponenti della Lega, Fabrizio Santori, consigliere capitolino, Daniele Catalano e Enrico Nacca, capogruppo e consigliere in Municipio XI: “Ormai l’abbandono del cantiere pesa sulle responsabilità di tutte le forze politiche. Come gruppo politico e come cittadini ci auguriamo che l’attuale Giunta e l’amministrazione Gualtieri possano il prima possibile reperire le risorse economiche necessarie a completare l’opera. Monitoreremo tutti i passaggi amministrativi tramite la commissione trasparenza, municipale e capitolina, per assicurare entro la fine di questa consiliatura l’apertura del plesso”.

Anna Paola Tortora

Previous articleRoma 70: per il PVQ si procede verso abbattimento e bonifica
Next articleMunicipio VIII: al via “Psicologia in pillole”