Home Municipi Municipio XII

Municipio XII: ancora attesa per l’attuazione della legge ‘Dopo di noi’

La denuncia della Consulta H: dopo quasi tre anni dai primi avvisi pubblici non è partito alcun progetto. Le opposizioni consiliari: non si può più attendere

SHARE

Tratto da Urlo n.186 Gennaio 2021

MUNICIPIO XII – La Legge sul ‘Dopo di Noi’, approvata nel 2016 per affrontare il futuro delle persone con disabilità gravi dopo la morte di parenti che potessero prendersi cura di loro, non trova ancora attuazione in gran parte dei Municipi di Roma. Una grave mancanza considerando l’importante valore sociale della norma. Nel Municipio XII la denuncia arriva dalla Presidente della ‘Consulta H’, Gabriella Schina, la quale spiega: “Le famiglie che hanno partecipato agli avvisi pubblicati nel 2018 non hanno ancora visto partire alcun progetto. La responsabilità del Municipio sta nell’aver trascinato per due anni l’elaborazione dei progetti, accumulando ritardi su ritardi, ma è il Campidoglio ad avere la responsabilità principale: dal 2017 infatti, non solo non ha lavorato sull’armonizzazione tra le varie linee guida emanate dalla Regione Lazio, ma ha continuato ad indire bandi negli anni successivi, generando solo confusione”.

LA REPLICA DEL MUNICIPIO XII

A spiegare la posizione del Municipio XII è l’assessore alle Politiche Sociali e Pari Opportunità, Paolo d’Eugenio: “Comprendiamo perfettamente i disagi e le preoccupazioni delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Purtroppo, non solo nel nostro Municipio e non solo a Roma, la legge sul ‘Dopo di Noi’ stenta a partire, e le ragioni sono varie. Tra queste il sovrapporsi di norme (la Regione Lazio ha emanato delle linee guida nel 2017, successivi atti di chiarimento e nuove linee guida nel 2020, dopo l’approvazione di quelle comunali) e per incertezze amministrative che questa Giunta ha cercato in ogni modo di far superare anche tramite apposita Direttiva (forse l’unica Giunta Municipale ad averlo fatto). Sono servizi che riteniamo fondamentali e credo che le rappresentanze dell’utenza non avranno difficoltà a riconoscere l’impegno che, come parte politica, abbiamo profuso per la loro realizzazione. Posso comunicare – conclude –  che i primi progetti dovrebbero finalmente partire nel mese di gennaio, visto che proprio in questi giorni si stanno formalizzando gli affidamenti agli Enti gestori indicati dai destinatari e confermati dalle Unità di Valutazione miste Municipio/Asl”.

IL MONITO DELLE OPPOSIZIONI CONSILIARI

“In questo durissimo periodo abbiamo appurato quanto i più fragili siano sempre maggiormente esposti ai periodi di crisi e il lockdown ha fatto emergere quanto poco in passato sia stato fatto per proteggere e tutelare chi versa in condizioni difficili, lasciando tutto sulle spalle delle famiglie e troppo spesso senza un aiuto dalle istituzioni – dichiara il consigliere della Lega del XII Municipio, Giovanni Picone – è nostro dovere, soprattutto morale, impegnarci perché Regione Lazio e Roma Capitale realizzino le promesse fatte negli anni passati ma mai veramente concretizzate. Progetti e sostegni alle fasce più deboli della popolazione devono essere prioritari e l’attuazione della legge sul ‘Dopo di Noi’ dunque non può più attendere”.

Dello stesso parere anche i Consiglieri Pd, Daniela Cirulli e Lorenzo Marinone: “Malgrado la disponibilità di fondi nazionali e le forti aspettative di un centinaio di famiglie del nostro territorio per l’applicazione della legge 112, che può dare serenità per il futuro e per l’oggi di tante persone con disabilità attraverso progetti personalizzati, nel Municipio XII si registra un ritardo politico amministrativo e un rimpallo di competenze che lascia preoccupati”.

Marta Dolfi