Home Rubriche City Tips

Roma, scuola: ancora critiche dai Presidi sul trasporto pubblico

L’Atac annuncia l’incremento delle corse scolastiche, ma il Presidente dell’Associazione Presidi replica: “Se ci sono stati dei disservizi con il 50% degli studenti non sappiamo cosa accadrà con il 100%”

SHARE

ROMA –  Atac e Roma Servizi per la Mobilità hanno confermato l’aumento di corse scolastiche nella Capitale. In strada sarebbero in servizio 100 bus in più rispetto ai primi giorni di dicembre L’aumento del servizio scolastico di Atac è stato possibile grazie all’inserimento dei privati. Oggi vengono svolte circa 150 corse dedicate. Sempre l’Atac e Roma Servizi per la Mobilità confermano che a regime, quando saranno completate tutte le azioni che sono state previste nel piano del Prefetto, in strada ci saranno circa 1.500 corse in più al giorno rispetto all’inizio del dicembre scorso.

LA PROTESTA DEI PRESIDI

Non sembrano però bastare gli impegni profusi per il potenziamento delle corse scolastiche sul territorio cittadino. “I trasporti lasciamo ancora a desiderare perché non si trovano nemmeno i biglietti per prendere i l’autobus. Noi chiediamo alle aziende dei trasporti di essere più efficienti e professionali perché se ci sono stati dei disservizi con il 50% degli studenti non sappiamo cosa accadrà con il 100% – ha commentato Mario Rusconi, Presidente Regionale Lazio dell’Associazione Nazionale Presidi intervistato su Nsl Radio – Il prefetto ci ha garantito che sarebbero state prese delle misure sia alle fermate dei bus e della metro per evitare gli assembramenti con dei ‘controllori’ sia con la presenza in città delle forze dell’ordine a cominciare dalla polizia municipale. I risultati sono a macchia di leopardo, non è che io veda moltissimi vigili per strada a Roma”.

Red