Home Municipi Municipio XII

Municipio XII: la ricerca della nuova sede è ripartita

Pubblicato a inizio maggio l’avviso pubblico per la ricerca di un immobile adatto allo scopo

MUNICIPIO XII – Il 6 maggio scorso sul sito del Comune di Roma è stato pubblicato l’avviso pubblico per la ricerca di una nuova sede per il Municipio XII. Della necessità di individuare nuovi spazi si parla ormai da troppi anni: quelli attuali non sono sufficientemente grandi per ospitare tutti gli uffici dell’ente, dislocati infatti su altre due sedi e in più l’affitto dell’immobile di via Fabiola ha un costo di oltre 700mila euro l’anno. Nel nuovo bilancio, ci dicevano dall’Amministrazione alla fine dello scorso anno, è stato riconfermato lo stanziamento di 32 milioni per la nuova sede e ora l’avviso è stato messo online. Per la presentazione delle domande c’è tempo fino al 4 luglio.

IL PERCORSO PER LA NUOVA SEDE

La ricerca di una nuova casa per il Municipio è un percorso che nasce anni fa: nel 2016 come sede alternativa, sotto il governo dell’allora Presidente municipale Cristina Maltese, era stata individuata la sede dell’ex provincia in viale di Villa Pamphili, un trasferimento che avrebbe dovuto coinvolgere anche alcuni uffici capitolini. Una serie di problemi hanno però poi fatto sfumare questa possibilità. Sotto la passata amministrazione pentastellata la questione era stata ripresa e per l’acquisto di una nuova sede nel bilancio 2021 erano stati stanziati 32 milioni di euro. A questo atto sarebbe dovuta seguire la pubblicazione di una manifestazione di interesse (della quale si sarebbero dovuti occupare gli uffici comunali) ma questo passaggio amministrativo non venne poi portato a termine prima della fine della consiliatura. A dicembre 2021, in fase di discussione del nuovo bilancio la somma è stata rifinanziata dall’attuale Giunta a giuda Pd e ora finalmente l’avviso pubblico per la ricerca della nuova sede è stato pubblicato.

Ads

COME DOVRÀ ESSERE LA NUOVA SEDE?

La nuova sede dovrà avere una superficie non inferiore a 6.500 mq più le adeguate aree di parcheggio (nel caso di due immobili, per ognuno è richiesto che la dimensione sia di non meno di 4.000 mq per edificio mentre nel caso di tre immobili, l’edificio principale non dovrà avere una superficie inferiore a 4.000 mq e i due restanti nel complesso dovranno raggiungere almeno i 2.500 mq). All’interno della nuova sede dovrà poi essere presente una sala di non meno di 300 mq di dimensione, per le sedute del consiglio (cui possa essere quindi anche ammesso del pubblico). Nell’immobile/immobili poi dovranno poter essere previste almeno 350 postazioni lavorative, con la possibilità di arrivare a 400 anche al fine di soddisfare le esigenze di incremento di personale. La nuova sede ovviamente dovrà essere ubicata all’interno del territorio del Municipio XII e comunque entro il perimetro interno al Grande Raccordo Anulare; preferibilmente dovrà essere situata in una zona ben collegata con le principali vie di comunicazione e da mezzi pubblici. Le domande di partecipazione, che saranno poi valutate da un’apposita commissione, dovranno essere presentate entro le ore 12:30 del prossimo 4 luglio 2022.

Apt

Previous articleCovid-19: nel Lazio sono 1.762 i nuovi positivi
Next articleSan Paolo: apre ARTOTEK un nuovo spazio di arte e partecipazione