Home Municipi Municipio XII

Municipio XII, pronto il bando per il centro di accoglienza h24

Non sarà solo un dormitorio: si punta a ospitare 15 persone e al loro reinserimento sociale

Tratto da Urlo n.207 dicembre 2022

MUNICIPIO XII – È stato il Presidente, Elio Tomassetti, a rendere nota la pubblicazione di un bando sul sito di Roma Capitale per avviare un progetto di accoglienza sul territorio del Municipio XII riguardante le persone in condizioni di marginalità sociale.

Ads

L’ACCOGLIENZA NECESSARIA

“L’accoglienza e la cura delle persone più in difficoltà che vivono per strada è un tema che per molto tempo questa città si è posta solo quando incominciava a fare freddo, e anche in quel caso spesso non adeguatamente”: è così che Tomassetti ricorda come l’accoglienza sia stata spesso relegata ai soli mesi invernali e al solo ‘Piano freddo’ del Campidoglio, seppur con alcune eccellenze a livello locale, come all’interno dell’Istituto San Michele in Municipio VIII. “Le crisi dell’ultimo decennio hanno reso ancora più drammatiche le situazioni di disagio e l’istituzione pubblica non può rimanere in silenzio o immobile davanti a tali condizioni”.

IL PROGETTO

Tomassetti ha spiegato come l’amministrazione del XII Municipio si sia quindi attivata per trovare una soluzione che travalicasse l’emergenza legata solo alle temperature rigide, esprimendo la volontà di superare il Piano Freddo, per intervenire su queste preoccupanti situazioni con una progettualità annuale e non solo stagionale: “Sapevamo di dover fare qualcosa in più. È per questo che, dopo aver reperito fondi straordinari, stiamo per creare (è già partito l’appalto) un servizio di assistenza per i clochard h24 – spiega Tomassetti – Accoglienza per noi significa innanzitutto garantire l’assistenza per tutti, senza che nessuno rimanga escluso o lasciato indietro”. Le intenzioni dell’amministrazione locale non sarebbero quelle di allestire un semplice dormitorio che apra la sera e chiuda la mattina. “Il vero reinserimento – spiegano dal Municipio XII – passa da un modello di azione che accompagni queste persone in un percorso di sviluppo psicologico e fisico, capace di portare ad un miglioramento delle proprie condizioni. Ringrazio l’assessore Fabio Bomarsi e tutti gli uffici che hanno reso possibile questo risultato”, conclude Tomassetti.

COSA PREVEDE IL BANDO E DOVE SORGERÀ

Il bando pubblicato dal Comune è chiaro. La ricerca al momento si concentra su un immobile che possa ospitare questa struttura di accoglienza, e si punta sulle disponibilità all’interno del territorio municipale: “Noi abbiamo creduto molto nella possibilità che il Municipio, con i suoi fondi, potesse dotarsi di un centro per i senza fissa dimora – spiega il Presidente, che aggiunge – Il bando pubblicato prevede che sorga un luogo con 15 posti in un immobile che dovrà essere messo a disposizione da chi vincerà il bando”. La struttura naturalmente dovrà rispettare alcune caratteristiche, ma una volta individuata ospiterà questo nuovo servizio. “È un’opera particolare e coerente con la nostra idea di politiche sociali, perché non sarà solo un dormitorio, come il Piano Freddo già sperimentato l’anno scorso, ma include un progetto di assistenza e reinserimento sociale di 15 persone a cura di un’associazione che si occuperà di loro h24”, conclude Tomassetti.

Marta Dolfi

Tratto da Urlo n.207 dicembre 2022

Previous articleArtisti vari – Jail Time Records vol. 1
Next articleGli “amici del teatro” impegnati in un’iniziativa di promozione del territorio