Home Notizie Cronaca Roma

Roghi di rifiuti: ancora un arresto alla Caffarella

Bruciava rifiuti plastici, fermato in flagranza di reato dai Carabinieri

SHARE

ROMA – Ancora un arresto all’interno del Parco della Caffarella per la combustione illecita di rifiuti. A rilevare il fatto sono stati i militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Agroalimentare (NIPAAF) di Roma in collaborazione con i militari del Raggruppamento Aeromobili Carabinieri – Roma Urbe e la Compagnia Carabinieri Roma Piazza Dante. Le manette sono staccate per un cittadino di origine straniera che stava bruciando rifiuti plastici derivanti da imballaggi di tipo agricolo. Deferito all’Autorità Giudiziaria anche un uomo, di nazionalità italiana, datore di lavoro del soggetto colto in flagranza di reato.

COLLABORAZIONE CON I CITTADINI

Questo arresto arriva nel quadro di una maggiore attività di segnalazione da parte di Associazioni e Comitati di cittadini. Questa collaborazione con le Forze dell’Ordine ha permesso ai militari di individuare i responsabili e i luoghi dove avviene la combustione dei materiali plastici, intervenendo tempestivamente.

CONTRASTO ALLE DISCARICHE ABUSIVE

“l contrasto al crescente fenomeno delle discariche abusive e della gestione illecita dei rifiuti viene svolto in modo sempre più incisivo e capillare grazie anche all’impiego degli elicotteri del Raggruppamento Aeromobili di Roma – si legge nella nota dell’Arma – Permane alta l’attenzione dei militari per contrastare un fenomeno illecito le cui conseguenze si ripercuotono inevitabilmente sulla vita“.

Red

(Foto di repertorio)