Home Notizie Cronaca Roma

Roma: bocciata la sfiducia per l’assessore Calabrese

Il Consiglio Comunale rifiuta le tre mozioni presentate dalle opposizioni. Il motivo della sfiducia è nel mancato rispetto della volontà dell'Aula sull'apertura delle ZTL fino al 30 aprile

ROMA – Resta saldo al suo posto l’assessore alla Mobilità e vicesindaco Pietro Calabrese. Nel pomeriggio di ieri sono infatti state bocciate le tre mozioni di sfiducia nei suoi confronti presentate dalle opposizioni.

LA SFIDUCIA

Ads

La presentazione delle mozioni, che avrebbero potuto mettere la Sindaca nella posizione di dover scegliere tra la volontà dell’Assemblea Capitolina e il salvataggio dell’Assessore, sono state presentate dalle opposizioni dopo il voto sull’apertura delle ZTL in centro fino al 30 aprile. La richiesta, presentata da FdI e poi votata anche dalle altre forze d’opposizione, prevedeva l’apertura dei varchi a sostegno dei commercianti del centro. Nonostante il testo sia passato in Aula, dalla Sindaca Raggi non c’è stato alcun seguito e i varchi sono tornati regolarmente attivi.

IL VOTO IN AULA GIULIO CESARE

Sulla scorta delle polemiche inerenti la vicenda dei varchi ZTL sono state quindi presentate le mozioni delle opposizioni. La bocciatura è arrivata grazie all’estensione (che con le mozioni equivalgono ad un voto negativo) delle ex penta-stellate Monica Montella e Gemma Guerrini, oltre che per l’assenza in Aula di Alfio Marchini.

LE MOZIONI DI SFIDUCIA

Come riferito in Aula dai firmatari delle mozioni (Pd, FdI e Lega) il tema di questi documenti riguardava principalmente in mancato rispetto della volontà dell’aula da parte della Giunta e della Sindaca Raggi sull’apertura delle ZTL votata la scorsa settimana.

Red

Previous articleCovid-19: nel Lazio i nuovi casi sono 1.164, il rapporto con i tamponi si attesta all’8%
Next articleRifiuti: istituita la Cabina di monitoraggio sul Piano Regionale