Home Notizie Cronaca Roma

Stadio della Roma: rinvio a giudizio per otto persone, tra le quali De Vito e Parnasi

La richiesta della Procura coinvolge Marcello De Vito, Luca Parnasi e gli ex tesorieri di Lega e Pd

SHARE

ROMA – La Procura della Capitale ha chiesto il rinvio a giudizio di otto persone nel terzo filone di indagine legato alla costruzione del nuovo Stadio della Roma nell’area di Tor di Valle nel Municipio IX. La richiesta di processo, chiama in causa, oltre a Marcello De Vito (Presidente dell’Assemblea Capitolina), l’avvocato Camillo Mezzacapo e l’imprenditore Luca Parnasi e altre 5 persone. I reati contestati dai magistrati, a seconda delle singole posizioni, sono quelli di corruzione, traffico di influenze ed emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Inoltre, la Procura, ha chiesto il processo anche per Giulio Centemero, tesoriere della Lega e per Francesco Bonifazi, ex Pd oggi iscritto a Italia Viva. L’accusa per tutti è quella di finanziamento illecito mentre, per il solo Bonifazi, ci sarebbe anche la contestazione di emissione di fatture inesistenti.

Al centro dell’inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Paolo Ielo, ci sarebbero i finanziamenti arrivati all’imprenditore Luca Parnasi. In particolare, si parla di 150 mila euro per la fondazione Eyu, vicina al Pd, e di 250 mila euro all’associazione Più Voci presieduta all’epoca in cui vengono contestati i fatti da Giulio Centemero.

Red