Home Notizie Città Metropolitana

Carta Spesa Roma: in corso la distribuzione del contributo per 50mila famiglie

Il Campidoglio ha ricaricato le prime 26mila carte per l'acquisto di generi alimentari e di prima necessità per chi è in condizioni di disagio causato o aggravato dall’emergenza sanitaria

ROMA – Roma Capitale ha dato avvio all’erogazione dei contributi per la spesa agli oltre 50 nuclei familiari che versano in condizioni di difficoltà economica, causata o aggravata dell’emergenza Covid-19. È in corso la distrubuzione della Carta Spesa Roma. Ad oggi, fa sapere il Campidoglio, sono state ricaricate le prime 26mila carte. L’importo erogato varia a seconda della composizione del nucleo familiare: da un minimo di 200 euro per la persona singola a un massimo di 600 euro per famiglie composte dalle 5 persone in su.

L’INIZIATIVA

Gli oltre 50mila soggetti (tra singoli e famiglie appunto) che riceveranno il contributo sono stati selezionati sul territorio cittadino attraverso la relativa procedura di bando finanziata da fondi nazionali e regionali, si legge in una nota diffusa da Roma Capitale, per un totale di 20milioni di euro. Grazie a un accordo tra Comune, Poste Italiane e i CAF convenzionati che hanno accolto le domande, sono state ricaricate già le prime 26mila carte. I beneficiari dei buoni in queste ore stanno ricevendo una carta PostePay all’interno della quale è presente il contributo, versato in un’unica soluzione, con cui procedere all’acquisto di generi alimentari e di prima necessità. Una volta esaurito il credito i possessori della carta potranno decidere se abilitarla o meno.

Ads

I COMMENTI

Siamo lieti di aver collaborato con Roma Capitale per una causa sociale così importante”, ha commentato Maria Bianca Farina, presidente di Poste Italiane. In questo modo, ha detto la Sindaca di Roma, Virginia Raggi, “continuiamo, così come abbiamo fatto durante i mesi più difficili dell’emergenza, a sostenere le persone che si trovano in una condizione di fragilità economica a causa del Coronavirus”. Durante il lockdown Roma Capitale, ha proseguito la Sindaca, “è stata tra i primi in Italia a partire con l’apertura delle domande e distribuzione dei buoni spesa, per dare una risposta veloce ed efficiente a chi si trovava in una condizione di maggiore criticità. Ora confermiamo il nostro impegno in questo senso, con una procedura innovativa ed efficace. Ringrazio gli uffici capitolini per aver messo a sistema, con il coinvolgimento di Poste Italiane e CAF convenzionati, la distribuzione del contributo”.
Roma Capitale, ha aggiunto l’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale, Veronica Mammì, ha lavorato per creare un meccanismo in grado di dare una risposta certa alle persone in condizione di disagio: “Vogliamo sostenere con i fatti le famiglie che si trovano a vivere nelle difficoltà causate dalla pandemia. Il nostro impegno è stato costante e continuerà ad esserlo, perché chi vive una maggiore fragilità economica senta il supporto dell’Amministrazione”.

Red

Previous articleParco Tarra: a breve la riqualificazione dell’area verde, oggi nel degrado
Next articleCovid Lazio: scende il rapporto positivi-tamponati