Home Notizie Cronaca Roma

Arriva la proroga: i rifiuti di Roma in Abruzzo ancora per un anno

Fino al 31 dicembre del 2021 saranno gli impianti abruzzesi a trattare 70mila tonnellate di rifiuti della Capitale

REGIONE LAZIO – La Giunta regionale ha approvato la proroga fino al 31 dicembre 2021 per il conferimento dei rifiuti indifferenziati prodotti da Roma Capitale negli impianti abruzzesi di trattamento meccanico biologico. Arriva così la proroga, di un anno, per il conferimento dei rifiuti della Capitale al di fuori della Regione, più precisamente negli impianti di trattamento dell’Abruzzo

70MILA TONNELLATE ANDRANNO IN ABRUZZO

Il rinnovo, spiegano dalla Regione Lazio, rientra nell’Accordo di Programma sottoscritto da Regione Lazio e Regione Abruzzo per la gestione di 70.000 tonnellate di rifiuti “talquale” raccolte da AMA spa. In particolare, 40.000 tonnellate potranno essere lavorate presso l’impianto Aciam nel Comune di Aielli, in provincia de L’Aquila, e 30.000 tonnellate presso l’impianto Deco nel Comune di Chieti.

Ads

IL COMMENTO DELLA REGIONE LAZIO

La proroga è stata spiegata dall’assessore al Ciclo dei Rifiuti della Regione Lazio, Massimiliano Valeriani, che richiama la necessità per la Capitale di dotarsi di impianti propri: “L’assenza di turisti e la riduzione dei consumi ha portato ad una diminuzione della produzione dei rifiuti nella città di Roma, ma resta fondamentale intervenire rapidamente per dotare la capitale degli impianti necessari a garantire la sostenibilità dei sistema – e ancora – La collaborazione con la Regione Abruzzo è importante, ma auspico che il Comune di Roma e Ama possano rendere la città autonoma nella gestione del ciclo dei rifiuti urbani”.

Red

Previous articleIl Castello della Cecchignola è in vendita
Next articleMunicipio IX: opposizione critica sul Bilancio comunale