Home Rubriche City Tips

L’incredibile storia della Danimarca campione d’Europa nel 1992

Di solito, competizioni altamente selettive come un Mondiale, un Europeo o anche la Champions League, le vincono squadre forti, blasonate, costruite per puntare al primo posto. Di tanto in tanto, però, capita che a trionfare sia la squadra che non ti aspetti, quella sul quale non scommetteresti neppure se fossi costretto.

La Grecia agli Europei del 2004, ad esempio, o il Porto campione d’Europa per club nello stesso anno. Oppure ancora la Danimarca, che nella sorpresa generale si aggiudicò i campionati europei di calcio ormai quasi trent’anni fa.

Ads

Il ripescaggio

Fino all’11 luglio, 24 nazionali si daranno battaglia nell’edizione itinerante degli Europei. Difficile dire chi potrebbe far saltare i pronostici di Euro 2020, ripercorrendo le orme di quella straordinaria Danimarca del 1992. Anche perché quella fu una cavalcata che… non avrebbe neppure dovuto cominciare.

Sì, perché in teoria la Danimarca non si era qualificata alla fase finale in Svezia. I danesi erano arrivati secondi nel gruppo 4 fase di qualificazione, dietro alla Jugoslavia. Tuttavia, gli jugoslavi furono squalificati a seguito delle guerre tumultuose che si erano scatenate nel Paese, e al loro posto fu richiamata proprio la Danimarca.

Il ripescaggio permise alla Nazionale, allora allenata da Richard Møller Nielsen, di partecipare per la quarta volta (terza consecutiva) ai campionati europei di calcio. Ma nessuno si aspettava quel che sarebbe successo da lì a breve.

Photo by Pixabay

La fase a gironi

Inserita nel Gruppo A con Svezia, Inghilterra e la Francia del Pallone d’Oro Jean Pierre Papin. La Danimarca riuscì a passare alle semifinali piazzandosi dietro alla Svezia in classifica, grazie a 3 punti conquistati battendo proprio i transalpini e pareggiando a reti bianche contro gli inglesi; in mezzo, la sconfitta (poi risultata ininfluente) contro gli svedesi.

Il 17 giugno 1992, a Malmö, la Danimarca fece il primo grande passo verso la storia battendo la Francia in quello che fu un vero e proprio spareggio per accedere alla top 4. Dopo il vantaggio di Larsen all’8’, proprio Papin riportò il punteggio in parità al 60’, ma un gol di Elstrup 18’ più tardi mandò i danesi in Paradiso e i francesi all’Inferno.

La Danimarca è campione d’Europa!

Il 22 giugno 1992, a Göteborg, andò in scena il derby tra Danimarca e Paesi Bassi. La nazionale olandese era una delle favorite al titolo, visto che poteva contare giocatori del calibro di Bergkamp e Rijkaard (uno dei tre olandesi del Milan di Sacchi). I tempi regolamentari si conclusero sul punteggio di 2-2, grazie alle reti proprio dei due olandesi sopracitati e alla doppietta di Larsen. Ai rigori, l’errore di Marco van Basten condannò l’Olanda a una clamorosa eliminazione.

In finale, sempre a Göteborg quattro giorni dopo, la Danimarca si trovò davanti la corazzata Germania. Eppure, i danesi vinsero quasi facilmente, grazie alle reti di Jensen e Vilfort, facendo esplodere di gioia un’intera nazione.

Previous articlePrimarie Roma: Roberto Gualtieri è il candidato Sindaco del centrosinistra
Next articleProgetto ‘Fantasticherie’: la street art nelle scuole del Municipio XII