Home Rubriche City Tips

Ventotene e Ponza: come visitarle?

Ventotene e Ponza sono due bellissime isole che si trovano di fronte le coste laziali, ma sono anche facilmente raggiungibili dalla Campania. Si tratta di destinazioni turistiche che ogni anno richiamano numerosi visitatori da tutto il mondo, soprattutto d’estate, grazie a incantevoli località sul mare e tanto divertimento.

Per raggiungere Ponza basta prendere i traghetti che partono dal porto di Anzio, mentre per chi deve arrivare a Ventotene, l’altra isola pontina, è bene sapere che non esistono collegamenti diretti dalla terraferma e quindi bisognerà partire da Ponza.

Ads

Ponza, come arrivare e cosa vedere

Arrivare a Ponza è molto semplice: durante il periodo estivo, infatti, basta prendere il traghetto per ponza da anzio che in circa 1 ora e 45 minuti permette di raggiungere la destinazione. Inoltre, sempre da Anzio, ci sono anche collegamenti veloci con l’aliscafo che impiegano 70 minuti per raggiungere il porto di Ponza. Non è possibile imbarcare l’auto su questa tratta, ma è consentito il trasporto di bici e attrezzature sportive.

Ponza è raggiungibile anche da altre località, come Terracina, Napoli e Ischia ed è possibile anche arrivare a Ventotene.

A Ponza è d’obbligo rilassarsi su una delle tante spiagge. Le più note sono Chiaia di Luna, la spiaggia di Frontone e di Cala Feola o Cala Fonte, mentre molto suggestiva è anche la spiaggia antistante le grotte di Pilato. Se si viaggia con i bimbi, Le Forna, è una caletta che è consigliata anche per la balneazione dei più piccoli.

Oltre a spiagge e mare, dove è possibile anche praticare attività sportive e fare delle gite in barca a vela, l’isola di Ponza offre anche numerosi ristoranti, bar, negozi e locali che sono aperti durante tutte la notte, perfetti dunque per soddisfare l’esigenza di divertimento soprattutto dei più giovani. Per quanto riguarda la gastronomia, sono assolutamente da provare i gustosi piatti a base di pesce tipici della tradizione locale.

Ventotene, come arrivare e cosa vedere

Da Anzio non ci sono collegamenti diretti con Ventotene, ma questa bellissima isola pontina che ha un’estensione di appena 1,75 km2, può essere raggiunta facilmente partendo da Formia, Terracina, Napoli e Ischia sia con traghetti che con aliscafi veloci. Questi quattro porti sono località ben collegate dalla rete autostradale e mete ideali da inserire in un viaggio estivo o per un week end.

Anche Ventotene, nonostante sia un’isola piccola, offre numerose spiagge che meritano di essere visitate per un bagno indimenticabile e per un momento di relax, ma anche luoghi come il porto dove potersi divertire soprattutto dopo il tramonto in locali, bar e ristoranti.

Ventotene è la meta ideale anche per chi ama la natura e attività come il birdwatching: infatti, è presente un’area protetta tra Ventotene e Santo Stefano, oltre al Museo della migrazione per appassionati di ornitologia.

Oltre a spiagge e divertimento, Ventotene ha anche un castello di origine borbonica, sede di un Museo, e un carcere, costruito nello stesso periodo e ormai in disuso che è un’attrazione del luogo. Dell’epoca romana, invece, restano le cisterne, utilizzate per il rifornimento idrico e il porto vecchio, realizzato in una rientranza artificiale è una vera e propria opera ingegneristica per quei tempi.

Previous articleLe visite diplomatiche al tempo del fascismo avevano tutta un’altra “facciata”
Next articleLe crisi rallentano i lavori del mercato Macaluso a Marconi