Home Cultura Cinema

Un paese quasi perfetto

SHARE
cinema 134 - un paese quasi perfetto

Ancora una commedia tra Nord e Sud

Possiamo essere “Benvenuti al Sud” o “Benvenuti al Nord” ma ci troveremo poi sempre in “Un paese quasi perfetto”. Il genere “Polenta & Pastiera” si arricchisce di un nuovo capitolo che prosegue idealmente il lavoro già avviato dalla coppia Bisio-Siani. Il canovaccio è sempre lo stesso: prendiamo un film francofono di nicchia (canadese per la precisione) e adattiamone la trama marcando le differenze culturali tra un Nord freddo e sofisticato e un Sud caldo e tradizionale. Accade così che l’arrivo di un medico milanese in un paese situato nel cuore dell’entroterra lucano innesti una serie di gag dall’esito gradevolmente prevedibile. Lo spettatore sarà coinvolto in una vicenda sostanzialmente simile a quella della precedente saga dei “Benvenuti” (di cui Massimo Gaudioso ne è stato sceneggiatore) e si troverà a respirare a pieni polmoni la genuina aria casareccia di quell’italica attitudine al “volemose bene”, così necessaria in tempi in cui dinamiche conflittuali corrodono i legami della società civile, ma così fastidiosa in quel voler così testardamente perpetrare stereotipi ormai del tutto superati.

Regia: Massimo Gaudioso
Sceneggiatura: Massimo Gaudioso
Interpreti: Fabio Volo, Silvio Orlando, Carlo Buccirosso, Nando Paone, Miriam Leone, Francesco De Vito, Gea Martire, Antonio Petrocelli, Maria Paiato

(ITA 2016)

Simone Dell’Unto

SHARE